menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiusura del Puleto, Colla a Montalti: "Impegno a incrementare i ristori per le realtà economiche"

Lia Montalti, in un question time, ha ripercorso la travagliata storia del Viadotto Puleto chiedendo che i ristori previsti in sede governativa vengano applicati a tutte le realtà produttive che hanno subito danni economici dalla chiusura della superstrada E45

"Estendere la platea degli aventi diritto ai ristori previsti dal governo e operare per rendere fruibili tali fondi, perché ad oggi gli unici stanziamenti concretamente disponibili per le comunità toccate dalla chiusura del viadotto Puleto sono quelli regionali".

E' la richiesta di Lia Montalti (Pd) in un question time trattato all'inizio degli odierni lavori dell'Assemblea legislativa. La consigliera cesenate ha ricordato come la chiusura del viadotto Puleto dal gennaio scorso, disposto dalla Procura della Repubblica di Arezzo, abbia di fatto tagliato in due i collegamenti tra Nordest e Sudovest del Paese.

A seguito di questo accadimento si è determinata una situazione emergenziale per il tessuto sociale, economico e produttivo, tanto che la Regione ha decretato lo stato di crisi per i territori dell'Unione dei Comuni Valle Savio e delle amministrazioni comunali di Sogliano al Rubicone, Sant'Agata Feltria e Roncofreddo, mettendo a disposizione mezzo milione di euro per i primi interventi di sostegno delle imprese in attesa dei fondi governativi.

"L'intervento del governo è arrivato -prosegue Montalti- con uno stanziamento di 5,5 milioni di euro destinati alla nostra Regione. Il problema, però, è che tali fondi sono stati riservati solo ai soggetti che hanno dovuto sospendere l'attività e lasciano del tutto scoperte le realtà economiche che non hanno chiuso ma hanno subito un decremento del fatturato o un aumento dei costi operativi". Stante la situazione, la consigliera dem sollecita quindi specifici interventi della Giunta per ampliare la platea degli aventi diritto agli aiuti ministeriali.

In fase di risposta, l'assessore allo sviluppo economico e green economy, lavoro, formazione Vincenzo Colla ha convenuto come sia assolutamente necessario allargare i ristori anche a chi continua ad operare con un aggravio di costi o un decremento del fatturato. "A tal fine -ha chiarito Colla- la Giunta ha inviato specifica proposta emendativa al decreto legge 34 del 2019 che sarà discusso nei prossimi giorni e mi auguro che su questa proposta vi possa essere il sostegno di tutte le forze politiche".

Il titolare del dicastero regionale allo sviluppo economico ha poi comunicato che proprio da oggi l'Agenzia del lavoro ha aperto il proprio portale per le richieste di ristoro previste dall'attuale impianto legislativo.

Montalti si è dichiarata soddisfatta delle dichiarazioni dell'Assessore Colla e ha sollecitato "a far sì che l'emendamento venga approvato al più presto per mantenere in vita aziende di cruciale importanza per i vari territori interessati da questa interruzione della E45".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento