menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cesenatico, M5S: "Declino turistico causato da mancanza di una visione"

"Qualche riflessione è doverosa rispetto ai numeri allarmanti delle presenze turistiche a Cesenatico negli ultimi anni, che vengono certificati dalla CNA"

“Qualche riflessione è  doverosa rispetto ai numeri allarmanti delle presenze turistiche a Cesenatico negli ultimi anni, che vengono certificati dalla CNA in raffronto ad altre realtà balneare con dati migliori dei nostri. Quali sono i motivi di questa flessione ormai costante? Quali sono le ragioni che portano i turisti verso altri lidi e mete turistiche? Le variabili in gioco sono numerose,  ma quelle che incidono maggiormente sono poche,  chiare e comprensibili da tutti”: lo sostiene Alberto Papperini, esponente del M5S di Cesenatico. Il riferimento è al calo dei turisti del 12% in cinque anni.

Per Papperini questo si addebita a una visione politica inesistente: “Negli ultimi 15 anni abbiamo assistito ad indirizzi politici,  prima di sinistra e poi di destra, senza  alcuna identità  e visione turistica. Si è  pensato esclusivamente a chiudere bilanci "sbilanciati" aumentando le tasse, a svendere il patrimonio pubblico e a mantenere il consenso attraverso i soliti favoritismi elettorali. La città  è  rimasta ferma al palo per gli investimenti pubblici.  Se non fosse stata per la grande fama e storia che Cesenatico  possiede, probabilmente la situazione sarebbe ancora peggiore”.

Inoltre per Papperini “commercianti e imprenditori devono essere sostenuti, invece di velocizzare le pratiche urbanistiche e approvate gli strumenti urbanistici per dare la possibilità a imprenditori di migliorare e modernizzare le proprietà,  le ultime Giunte cosa hanno fatto? Li hanno tartassati di tasse e schiaffeggiato con la burocrazia”. Ed infine: “Certamente la situazione è chiara a tutti, tuttavia dobbiamo guardare avanti con ottimismo e forza di volontà. Per essere rilanciata,  la città ha bisogno di programmazione e una visione turistica che possa infondere un'identità  più moderna,  ma allo stesso tempo che sia ben radicata alle nostre tradizioni: valorizzare l'ambiente e il territorio rurale e collinare attraverso percorsi ciclo-pedonali; più  decoro e manutenzione in tutti i quartieri della città;  pensare ad installazioni di Street art a tema per attrarre un turismo di qualità; mantenere pulito e sano  il nostro mare e canali;  approvate velocemente il RUE per dare impulso ad investimenti privati, riaprire partite come ex Nuit e città delle colonie progettando villaggi sport e natura. Non abbiamo più  tempo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento