Cesenatico, M5S all'attacco sul bando di Natale: "Nessuna programmazione turistica"

"Cesenatico in questi anni non ha mai brillato nella realizzazione degli eventi natalizi", evidenziano i pentastellati

Per il Movimento 5 Stelle di Cesenatico "appare eccessivo il contributo che sarà devoluto al soggetto privato scelto nel bando di Natale". La Giunta comunale ha approvato nei giorni scorsi l’avviso pubblico già visibile sul sito per la realizzazione in Piazza Costa di una pista di ghiaccio con annesso villaggio natalizio. Potranno partecipare al bando i soggetti iscritti alla Camera di commercio per le attività oggetto del presente avviso e titolari di licenza di spettacolo viaggiante.

Il bando ha durata triennale al fine di offrire una continuità dell’installazione di pista e villaggio commerciale; la loro apertura è prevista da novembre a gennaio (tempi di allestimento e di disallestimento compresi). L'amministrazione ha, inoltre, impegnato un sostegno economico di 40mila euro per ciascuno degli anni di accordo e l’utilizzo gratuito di energia elettrica e di acqua da contatori comunali presenti in piazza, fino ad un limite annuo di 10mila euro.

"Cesenatico in questi anni non ha mai brillato nella realizzazione degli eventi natalizi, presentando ogni anno iniziative scoordinate, senza creare una continuità nel tempo e investendo ogni volta risorse pubbliche e private puntualmente sperperate - affermano i consiglieri comunali pentastellati Giuliano Fattori e Danilo Ceccaroni -. L'anno scorso fu vietato in piazza Costa l'esercizio di attività commerciali e si preferì allestire le giostre per bambini e la casa di Babbo Natale mentre quest'anno ritorna la pista del ghiaccio. Per creare un progetto che funzioni occorre invece avere perseveranza e costanza, quello che “puntualmente” non accade a Cesenatico, dove non vi è continuità di intenti, ma solo proposte disordinate che sono formalizzate in bandi sempre a ridosso delle Festività".

Per i "grillini" "è un peccato che il Comune di Cesenatico non sappia investire in progetti ambiziosi, considerato il budget a disposizione: ben 50 mila euro di soldi pubblici, ovvero 150 mila euro in tre anni. Si tratta di un supporto molto importante per l’imprenditoria ma oggettivamente sproporzionato se finalizzato, nei fatti, solo all’inserimento di una pista del ghiaccio e dieci casine di legno. In particolar modo, una spesa  di questa portata contrasta con quella effettuata nell’arco di tre anni per la sistemazione delle piste ciclabili, che ammonta a soli 400mila euro. Appare pertanto eccessivo il contributo che sarà devoluto al privato scelto nel bando  di Natale, solo ed esclusivamente in base ad una valutazione qualitativa del progetto sul cui rispetto, poi, si aprono altri scenari. Infatti, chi vigilerà sull’individuazione del soggetto privato e sulla bontà del progetto stesso?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento