rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica Cesenatico

Cesenatico, La Destra fissa le priorità per Gozzoli: "Riduzione Irpef e acquisto Parco di Levante"

Il partito d'opposizione sottolinea che il primo cittadino, "come chiunque altro, non ha la bacchetta magica. Quindi si dovrà attendere un fisiologico lasso di tempo per giudicare il suo operato".

La Destra di Cesenatico fissa le priorità per il neo sindaco Matteo Gozzoli: "l'acquisto del Parco di Levante e una sensibile riduzione dell'aliquota Irpef sin dal primo esercizio. Specialmente quest'ultima è ineludibile, essendo stata il cavallo di battaglia della sua campagna". Il partito d'opposizione sottolinea che il primo cittadino, "come chiunque altro, non ha la bacchetta magica. Quindi si dovrà attendere un fisiologico lasso di tempo per giudicare il suo operato".

Quindi l'attacco: "Gli investimenti invece, di cui la Sinistra piange da tempo l'assenza, necessitano di parecchio lavoro. Non si può sperare che a metà legislatura siano realizzati; ma sicuramente ideati, progettati e forse anche appaltati. Nel frattempo le risorse non impiegate nelle opere dovrebbero ridurre ulteriormente il debito, al passo con la giunta precedente, oppure offrire un altro tangibile beneficio. O una cosa o l'altra".

"Si pensava che i repubblicani dovessero scontare l'ennesimo salto del fossato. Invece, pur perdendo quasi la metà dei voti, hanno fatto l'en plein: assessorato, vice-sindaco e consigliere - è l'osservazione de La Destra -. Sono loro i veri vincitori delle elezioni. Questo dovrebbe portare Gozzoli a coltivare i loro propositi. Vorrà dire che a metà mandato gli chiederemo a che punto siamo con l'ospedale della costa, il rilancio del centro storico, la rivoluzione nell'Urbanistica e ritorno degli alunni alla scuola Saffi. Egli dovrebbe però tenere bene a mente ciò che la Sinistra ci ha insegnato nel suo periodo all'opposizione e durante la diatriba sul Bilancio. Cioè che l'eredità delle giunte precedenti, i tagli del governo centrale, le mareggiate ecc... non rappresentano un alibi per non investire, non far quadrare i conti o alzare le tasse.

"In fine, ma non ultimo, il partito fa notare a Gozzoli "che dalla sua poltrona fino a quelle del Governo, passando per Gesturist, Hera, Ausl, Regione e compagnia cantante, sono tutti “amici suoi” e sono tutti riconducibili a quel PD che un po' maldestramente ha disconosciuto dopo aver vinto le elezioni. Il suo cammino in un mondo monocolore sarà sicuramente meno impervio di quello di altri".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesenatico, La Destra fissa le priorità per Gozzoli: "Riduzione Irpef e acquisto Parco di Levante"

CesenaToday è in caricamento