Cesenatico, il M5S torna sul progetto dell'ex colonia Santa Monica: "122mila euro non valgono la perdita di parcheggi"

"È evidente che la riqualificazione dell’area è fondamentale e nessuno vuole metterla in discussione", viene evidenziato

Il Movimento 5 Stelle, attraverso i consiglieri comunali Giuliano Fattori e Danilo Ceccaroni, tornano sul progetto riguardante l'ex colonia Santa Monica dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi del sindaco Matteo Gozzoli. Per quanto concerne "la scomparsa del parcheggio dal progetto, dalla documentazione in possesso si prende atto che il progetto originario che prevedeva la costruzione di un parcheggio - con contestuale fidejussione di 45 mila euro a garanzia della sua realizzazione - è magicamente scomparso. Tramite subentro di un nuovo imprenditore, il Comune ha optato per una discutibile soluzione che non reca più alcuna traccia del parcheggio privato ad uso pubblico, ammettendo invece una monetizzazione dell’opera (per un valore di  122 mila euro)".

"In attesa di discuterne in Consiglio Comunale stante l’importanza di tale “modifica” (nella quale si rilevano alcuni aspetti oscuri da chiarire, anche in merito alle modalità di gestione), il Movimento 5 Stelle non comprende le dichiarazioni del sindaco esternate sia in Consiglio comunale sia in un momento successivo a mezzo stampa, nelle quali si sminuisce il valore del parcheggio (ormai eliminato dal progetto) solo perché insistente su area privata - continuano Fattori e Ceccaroni -. Quanti esempi di parcheggi con queste caratteristiche vengono quotidianamente usati anche dai cittadini di Cesenatico? Molti. Per il Movimento 5 Stelle, la perdita di un parcheggio a fronte della suesposta e generica monetizzazione non vale la candela. Rinunciare infatti a oltre 1.000 mq di parcheggi privati a uso pubblico (fondamentali per un ordinato ed armonico assetto urbanistico) non è certamente un dato positivo, anche se parametrato a 122 mila euro".

"È evidente che la riqualificazione dell’area è fondamentale e nessuno vuole metterla in discussione: pertanto respingiamo con forza l’insinuazione di voler mantenere il degrado esistente. Quello che sosteniamo è ben diverso ovvero che gli imprenditori devono essere trattati allo stesso modo ed operare nelle stesse condizioni, a vantaggio sempre del cittadino - continuano i pentastellati -. Riqualificazione da un lato e correttezza formale delle procedure dall’altro, sono due principi che possono e devono essere compresenti".

"Il secondo dato è ancora più preoccupante e riguarda, a monte, la presenza della fidejussione posta a garanzia della realizzazione del parcheggio - proseguono -. Durante il Consiglio comunale del 24 ottobre scorso, a fronte di una domanda relativa alla fidejussione bancaria a garanzia dei parcheggi previsti nell’area dell’Ex Colonia Santa Monica, il primo cittadino ha infatti fornito informazioni ben diverse da quelle successivamente  espresse sulla carta stampata. Nella risposta ricevuta in sede di Consiglio, il sindaco si è limitato a dichiarare che “all'interno della pratica non si rileva tuttavia tale fideiussione”. Il documento che attesta la fidejussione di cui si sta discutendo (e che il sindaco sminuisce come “rinvenuto” dai Consiglieri del Movimento 5 Stelle) esiste e costituisce la risposta scritta ad un accesso agli atti formale, protocollato dai Consiglieri del Movimento 5 Stelle. Il Consigliere Comunale 5 Stelle, infatti, nell’espletamento delle proprie funzioni, ha effettuato un “doveroso” accesso agli atti: ha così ottenuto un documento che attesta la fidejussione su carta stampata della banca che l’ha emessa, con il timbro e la firma del funzionario che l'11 luglio scorso (contestualmente alla presentazione di una nuova fidejussione del nuovo proprietario) ha “proceduto a svincolare e conseguentemente restituire la presente a seguito di sostituzione con altra garanzia"".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento