Cesenatico, Forza Italia e Fratelli d’Italia dicono "no" allo Ius Soli

Sabato dalle 14 alle 18 organizzano una raccolta firme in Piazza Fiorentini di fronte alla Pescheria contro il disegno di legge

Anche a Cesenatico Forza Italia e Fratelli d’Italia dicono "no" allo Ius Soli e sabato dalle 14 alle 18 organizzano una raccolta firme in Piazza Fiorentini di fronte alla Pescheria contro il disegno di legge. “Attorno al disegno di legge sullo “ius soli” vi sono troppe ipocrisie - esordiscono in una nota congiunta Forza Italia e Fratelli d'Italia -. Bisogna, infatti, prevedere e considerare quali possano essere tutti gli effetti che un simile cambiamento potrà causare. Tale proposta potrebbe andare a modificare la demografia storica del nostro Paese: infatti i dati sull’immigrazione sono preoccupanti e l’approvazione dello “ius soli” sarebbe un incentivo all’aumento dei flussi migratori verso il nostro territorio che potrebbero avere un effetto pari ad un proprio tsunami umano. L’Italia, inoltre, è un territorio densamente abitato ed ampliare l’attribuzione della cittadinanza è veramente preoccupante, in considerazione del fattore economico, del fattore relativo alla sicurezza e dell’alto tasso di disoccupazione giovanile (si stima che a beneficiare della riforma sullo “ius soli” sarebbero circa 800mila minori che diventerebbero nel breve tempo cittadini italiani; a seguire, negli anni successivi, si aggiungeranno circa ulteriori 100mila nuovi cittadini)".

"Mentre l’Italia assiste ogni anno ai numerosi sbarchi di clandestini e mentre il modello di integrazione si è mostrato inadeguato in tutti i paesi europei a causa dell’intolleranza islamica e degli atti di terrorismo, proporre una strada agevolata per ottenere la cittadinanza agli stranieri è veramente inaccettabile alla luce, peraltro, della situazione di criticità alla quale è costretta la popolazione italiana che vive, o meglio sopravvive, nel nostro Paese - proseguono Fi e FdI -. Si sta profilando una guerra tra i poveri: vedi i disordini che nascono anche in seguito alle assegnazioni di case popolari, che spesso vengono date ai migranti, scavalcando così i nostri italiani che nella loro vecchiaia, si vedono privati del minimo necessario per vivere”. Come sostiene anche Enrico Sirotti Gaudenzi (FI Cesena) responsabile del dipartimento giustizia Forza Italia Emilia-Romagna che ha analizzato a fondo questo disegno di legge, “non dobbiamo dimenticare che questa proposta di legge, presentata dalla sinistra per motivi politici (ottenere probabilmente più voti alle prossime elezioni politiche) sta creando malumori all’interno del popolo italiano, che è sempre stato solidale coi bisognosi e accogliente coi migranti. Ora però bisogna capire che si stanno gettando i semi per future ribellioni: gli italiani sono stanchi di vedere offrire aiuti molto sostanziosi a chi viene da fuori, mentre per la propria sopravvivenza c’è ben poco”".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento