Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Cesenati per Cesena: "Fuori i partiti dalle banche"

E' quanto tuonano dal comitato "Cesenati per Cesena" e "Possibile Cesena"

"Fuori i partiti dalle banche e dalle fondazioni che controllano gli istituti di credito". E' quanto tuonano dal comitato "Cesenati per Cesena" e "Possibile Cesena". "Ai nuovi vertici della banca chiediamo rispetto per i correntisti, sicurezza per chi nella banca lavora onestamente, una prospettiva per la presenza sul territorio, una banca che con coraggio decida come gestire e distribuire il credito - viene evidenziato -. Una banca che con una gestione oculata porti ad un abbassamento dei costi di un conto corrente e all'aumento degli interessi attivi. Con ostinata convinzione diciamo “fuori i partiti  dalle banche, fuori i partiti dalle fondazioni che controllano le banche e svincolarsi da quella logica che "il credito orienta il consenso, quindi il voto"".

"Ai proclami di molti politici, alcuni da troppi anni sulla scena politica locale diciamo "no, grazie". Da una forza politica composta in prevalenza da giovani che lottano per conquistare un posto di lavoro e un futuro e che vorrebbe ancora, perché no, anche metter su famiglia, diciamo che alle nostre Banche servono nuovi capitali per i cittadini e per le imprese e che la meritocrazia deve essere motore e guida di riferimento di un sistema equo e giusto. Un sistema in grado di valutare non per "amicizia" ma per "giustizia" le opportunità. Opportunità che una crisi durissima e perdurante hanno ridotto all'osso anche nella nostra ricca realtà e che auspichiamo possano in tempi brevi migliorare. A noi preoccupano molto di più gli azionisti e obbligazionisti rimasti in mano con un pugno di mosche che le lamentele di alcuni politici. Ci auguriamo che la banca poi deciderà per amministratori capaci e legati o comunque consapevoli conoscitori del territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesenati per Cesena: "Fuori i partiti dalle banche"

CesenaToday è in caricamento