Mercoledì, 12 Maggio 2021
Politica

Cesena Siamo Noi: "Superbonus 110% a rischio, l'archivio dell'edilizia è un problema"

"In tempi non sospetti - spiega CSN - durante la campagna elettorale, avevamo posto il problema dell'unificazione, bonifica e digitalizzazione dell’archivio dell’edilizia"

Il gruppo consiliare di Cesena Siamo Noi interviene sul tema Superbonus 110%. "L'elogio da parte degli ordini professionali del provvedimento proposto dall'amministrazione comunale per dare soluzione al grave ritardo (circa 3 mesi) con cui viene data risposta all’accesso agli atti amministrativi, che per legge dovrebbe essere di 30 giorni, ci lascia perplessi".

"In tempi non sospetti - spiega CSN - durante la campagna elettorale, avevamo posto il problema dell'unificazione, bonifica e digitalizzazione dell’archivio dell’edilizia, anche in funzione del nuovo piano urbanistico generale che, prevedendo il consumo di suolo zero entro 2050, orienta gli interventi edilizi futuri prevalentemente alla trasformazione del patrimonio edilizio esistente. Questo significa che, sempre di più, i cittadini o meglio i tecnici da loro incaricati, avranno necessità di ricorrere all’archivio pratiche edilizie. Passaggio inderogabile per poter ricostruire lo stato di diritto dei loro immobili e fare progetti su questo patrimonio. La forte incentivazione fiscale in termini di recupero del patrimonio edilizio ha reso ancora più urgente questa esigenza cogliendo impreparata l'amministrazione comunale. Ad una nostra mozione in Consiglio Comunale non più tardi di qualche mese fa (ottobre 2020), venimmo praticamente derisi".

"Gli ordini professionali - prosegue ancora Cesena Siamo Noi - sembrano apprezzare una soluzione che è chiaramente un prevedibile ripiego dell'ultimo momento, che comporta un impiego di risorse senza nessuna prospettiva di soluzione definitiva (ad oggi l'assessore Mazzoni ha inserito nel Documento Unico di Programmazione la volontà di unificare, bonificare e digitalizzare l'archivio edilizio ma non è dato sapere l'impegno economico previsto, né tanto meno i tempi di realizzo), lasciando i propri iscritti nel rischio di incorrere in sanzioni anche penali. Ci sono comuni che, pur nettamente con meno risorse, hanno iniziato da anni questo processo ineluttabile, altri ancor più virtuosi lo hanno già fatto ed oggi sono in grado di fornire i precedenti autorizzativi in cinque giorni e con la certezza di quanto viene fornito".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena Siamo Noi: "Superbonus 110% a rischio, l'archivio dell'edilizia è un problema"

CesenaToday è in caricamento