rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Politica

Cesena Siamo Noi: "Rocca Malatestiana, mancano i progetti a lungo termine"

“Come è stato possibile che un luogo così identitario e rappresentativo quale la Rocca Malatestiana Bene Comune non riesca a trovare pace e stabilità, radici e sostegni?”

“Come è stato possibile che un luogo così identitario e rappresentativo quale la Rocca Malatestiana Bene Comune non riesca a trovare pace e stabilità, radici e sostegni?” A parlare è Giuseppe Scarnera, membro del coordinamento e attivista della lista civica Cesena Siamo Noi. “Si è infatti appena concluso l’ennesimo bando relativo all’affidamento della Rocca Malatestiana, che in pochi anni ha visto la gestione della Rocca messa in discussione. Dal 2017 l’intero sito ondeggia come barca senza vela, senza una direzione, senza un progetto a medio lungo termine".

Ricostruisce in un comunicato: "La concessione rilasciata solo nel 2019 dopo un proliferarsi di proroghe con i primi gestori della Rocca Malatestiana, l’Ass.ne Aidoru, al gestore Agorasophia Srl sarebbe dovuta durare 7 anni, ma di fatto vi è stata la risoluzione del contratto i primi del 2021. Si è ripartiti quindi con un nuovo e breve affidamento all’attuale gestore Jazzlife Aps, per un periodo di 6 miseri mesi, ovvero fino al 31/12/2021. Allo scadere di questo, come oramai abituati, abbiamo assistito ad una nuova proroga della durata di 10 mesi, ovvero fino al 31/10/2022. Arriviamo quindi al presente, con lo svolgimento dell’attuale bando di cui sempre Jazz life Aps è vincitrice, la cui durata sarà di soli 11 mesi, ovvero fino al 30/09/2023. Come CSN auguriamo buona attività all’associazione vincitrice, che si trova a dover pianificare l’attività nuovamente per un periodo breve".

"Ad avviso di Cesena Siamo Noi, la precedente Amministrazione ha avuto la responsabilità di non voler rinnovare, come da contratto e per ulteriori 5 anni, la gestione della Rocca Malatestiana al gestore locale Aidoru, che a nostro avviso aveva svolto un ruolo di rivitalizzazione e socializzazione ampio, potenziando la visione della Rocca come bene comune e incrementando significativamente il numero delle visite, perché ambiva, l’Amministrazione, ad un progetto, ben più ampio e organico, che comprendesse anche il Parco della Rimembranza. Sfortunatamente, di tale ampio e organico progetto avanzato solo a parole non si è avuto alcun seguito concreto. L’Amministrazione attuale ha la responsabilità di non voler affrontare con la dovuta attenzione il tema e le conseguenze di quel fallimnetare incauto bando del 2018".

"Come può un gestore valorizzare un bene del genere, effettuare una programmazione, fare investimenti, se il traguardo temporale sono solo pochi mesi? E come può la collettività sentire suo quello spazio se non si va a investire sulla continuità delle relazioni? La Rocca Malatestiana ha bisogno di altro, di stabilire radici e di ritornare ad essere un luogo identitario per la città e fuori dai confini cittadini, con una gestione che sia certo sostenibile economicamente, ma che abbia il nucleo centrale nella valorizzazione degli aspetti culturali, storici e anche naturalistici. Cesena Siamo Noi reputa che un tema del genere debba essere messo al centro del dibattito nelle sedi competenti del Consiglio Comunale, delle Commissioni consiliari e con gli strumenti di partecipazione presenti, quali i quartieri".

"L’Amministrazione ha il dovere di dare risposte chiare e coerenti con le decisioni prese nel tempo, dal 2017 ad oggi, in una continuità di operato evidente tra la giunta di allora (con Assessore alla cultura il Vicesindaco e Assessore ai lavori pubblici di oggi Castorri) e quella di oggi, con ruolo e responsabilità transitate all’attuale Assessore Carlo Verona. Ci auguriamo che l’Amministrazione vada, in tempi brevi, ad adottare quegli strumenti di trasparenza, partecipazione e coinvolgimento opportuni. E pensare che se solo avessero ascoltato le nostre istanze tutto questo non ci sarebbe stato.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena Siamo Noi: "Rocca Malatestiana, mancano i progetti a lungo termine"

CesenaToday è in caricamento