rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Politica

Cesena Siamo Noi: "Luci e ombre sul bilancio, i fondi del Pnrr vadano a progetti credibili e utili"

Rispetto al dibattito sui documenti di programmazione del Comune di Cesena e sul bilancio discusso e approvato a dicembre 2022 Cesena Siamo Noi esprime alcune considerazioni

Rispetto al dibattito sui documenti di programmazione del Comune di Cesena e sul bilancio discusso e approvato a dicembre 2022, Cesena Siamo Noi esprime alcune considerazioni che riflettono il senso del voto negativo espresso in Consiglio Comunale. "In generale il bilancio è molto ricco, specialmente di investimenti, soprattutto grazie ai fondi Pnrr che portano a Cesena 53 milioni di euro in 3 anni, a fronte dei quali il Comune deve però integrare l’investimento con 35 milioni di risorse proprie. Il Pnrr rappresenta un'opportunità importante, ma con limiti molto precisi e con la necessità di mettere in campo progetti credibili ed effettivamente realizzabili nei tempi richiesti. E’ utile ricordare che il Recovery Plan assegna all’Italia circa 312 miliardi a fondo perduto, mentre i restanti 360 sono un prestito a tasso agevolato. Quindi, il Pnrr lo paghiamo noi cittadini, sia perché si tratta di un prestito, sia perché viene integrato con i soldi dei Comuni. E’ fondamentale quindi che queste risorse siano utilizzate per progetti credibili e utili, mentre ci sembra che le opere da realizzare, anche a Cesena, siano spesso discutibili, mentre per avere la liquidità necessaria il Comune vende beni che si potrebbero utilizzare in modo strategico".

"Il nostro intervento in Consiglio sul voto al bilancio si è concentrato su questi aspetti e in particolare sulla qualità degli spazi pubblici della città, con riferimento al progetto della Piazza di fronte alla Stazione, che ci sembra un esempio emblematico dell’incapacità di cogliere il Pnrr come una opportunità positiva. Abbiamo inoltre sollevato il tema della necessità di case a cui il Comune sta facendo fronte con investimenti immobiliari (come il nuovo bando Erp a San Mauro o l’Ers al Novello) che non rispondono al bisogno di chi non riesce ad entrare nel mercato della casa, seppure agevolato; infine abbiamo sottolineato i rischi dello spreco di risorse pubbliche nella progettazione, che ci sembra ben rappresentato dalla vicenda del bosco urbano in corso di realizzazione in via Machiavelli, con un investimento di 150.000 euro per un’area che sarà di fatto inaccessibile al pubblico".

"In sostanza, i soldi del Pnrr appartengono ai cittadini, e, anche se c’è molta fretta di realizzare gli investimenti, occorre spenderli con oculatezza e senso di prospettiva e con molta attenzione a non alienare risorse strategiche per fare cassa. Per questo, nell’ottica costruttiva che ci contraddistingue, abbiamo proposto un emendamento per evitare che sia venduto l’edificio dell’ex ristorante ai Gessi, dopo la vicenda che ai cesenati è costata molto e che non sarà certo compensata dai ricavi. Abbiamo inoltre presentato un emendamento sul completamento funzionale della Pista ciclabile di Diegaro con la realizzazione delle fermate autobus abilitate ai disabili, che è stato approvato dal Consiglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena Siamo Noi: "Luci e ombre sul bilancio, i fondi del Pnrr vadano a progetti credibili e utili"

CesenaToday è in caricamento