Politica

Cesena Siamo Noi: "Incentivare la partecipazione partendo dai quartieri"

"I quartieri devono rappresentare il primo punto di contatto per i cittadini, dovrebbero essere l’espressione dei cittadini impegnati in ogni forma"

"I quartieri devono rappresentare il primo punto di contatto per i cittadini, dovrebbero essere l’espressione dei cittadini impegnati in ogni forma: singoli, associazioni, organizzazioni di volontariato, sportive, culturali e di ogni genere". Così in una nota la lista civica Cesena Siamo Noi.

"È un dovere dell’amministrazione e di riflesso anche dei consigli di quartiere, coinvolgere tutti questi soggetti rendendoli partecipi alle scelte che incideranno sul quartiere in cui risiedono e, più generale, sulla città che amano in cui vivono. Considerato che le conseguenze legate all'emergenza sanitaria per Covid-19 ha visto i cittadini costretti ad aumentare il distanziamento sociale, riducendo drasticamente la possibilità di partecipare ad attività pubbliche, rimane prioritario migliorare gli strumenti informativi e di coinvolgimento attivo. Il Nostro territorio è molto frazionato, conta 12 quartieri, alcuni dei quali penalizzati sul fronte servizi e infrastrutture, per questo, crediamo si debba assolutamente ridurre queste “distanze” partendo da una puntuale, semplice e utile campagna informativa".

"I quartieri hanno anche questo compito oltre all’obbligo di rendere fruibili tutte info sui progetti e proposte portati avanti dai consigli di quartiere, commissioni e devono essere di più semplice accessibilità oltre che  pubblicizzate in maniera adeguata col dovuto anticipo. Per questo chiediamo di migliorare l’informazione relativa alle riunioni di quartiere, pubblicare i verbali nell’apposita pagina riservata del  sito comunale rendendo  di libera lettura da parte di  chiunque sia interessato, permettere che le sedute del Collegio dei Presidenti possano essere audio e video registrate e/o trascritte e poi  inserite all’interno del canale pubblico del comune. Giovedi 29 aprile presenteremo mozione per impegnare il sindaco e la giunta a modificare l’art 46 del regolamento di Quartiere, eliminando la possibilità per i singoli quartieri di istituire un albo in quanto, oltre a non trovare ad oggi relativa modulistica, va di fatto a limitare il processo di partecipazione attiva alla vita del quartiere, poiché vincola la partecipazione alle sedute da parte di terzi all’iscrizione al relativo albo. Crediamo possa essere un primo passo avanti per ripartire tutti uniti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena Siamo Noi: "Incentivare la partecipazione partendo dai quartieri"

CesenaToday è in caricamento