Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Cesena Siamo Noi: "La Rocca Malatestiana è tornata ad essere un grande problema"

"Una cosa è certa - spiega CSN-  quello che era riuscito a diventare un grande bene comune per la città, ora è ritornato ad essere un 'semplice' grande problema per l’Amministrazione"

"Sembra non trovare pace il processo di riqualificazione e valorizzazione della Rocca Malatestiana tanto voluta dalla precedente Amministrazione". E' il pensiero del gruppo consiliare Cesena Siamo Noi che dettaglia: "Pochi giorni fa la cittadinanza ha appreso in merito alla risoluzione del contratto con il gestore Agorasophia. Poco chiara è la comprensione dell’azione in quanto una prima comunicazione avanzava come tale richiesta fosse provenuta dall’Amministrazione mentre successivamente nuova comunicazione chiariva come la risoluzione sia stata avanzata non dal Comune ma dallo stesso gestore. Visto che sia il Concessionario sia il Gestore sembrano entrambi rivendicare possibili risarcimenti a fronte di inadempienze contrattuali, ci auguriamo che questa triste vicenda non vada a rappresentare un nuovo Caso Gessi".

"Una cosa è certa - prosegue CSN-  quello che era riuscito a diventare un grande bene comune per la città, ora è ritornato ad essere un “semplice” grande problema per l’Amministrazione ed un “nuovo vuoto” per tutti I Cittadini. Cesena Siamo Noi ha da sempre avanzato critiche relative all’opportunità di dover ricorrere ad un nuovo bando per l’affidamento del complesso. Cesena Siamo Noi ha più volte ricordato come il precedente affidamento prevedesse un rinnovo tacito di pari durata ed ha sottolineato come fosse doveroso premiare la capacità del precedente gestore di aver dato per primo, creando un avviamento, nuova luce alla Rocca Malatestiana. Cesena Siamo Noi ha più volte criticato l’Amministrazione laddove da un lato operava per un nuovo bando e dall’altro chiedeva proroghe al gestore affinchè almeno la gestione ordinaria fosse garantita. Ci si aspettava che per un bene di tale rilevanza vi fosse quella doverosa programmazione tale da salvaguardare l’importanza e l’immagine del sito. Vi è una forte responsabilità politica a quanto accaduto, responsabilità da attribuire alla passata Amministrazione, specie nella figura dell’Ex Assessore ora Vice Sindaco Christian Castorri. L’attuale Assessore alla Cultura Carlo Verona non può che prenderne atto e limitarsi ora a parlare di “perle del nostro territorio” e di “di uno degli spazi più belli della città che però non è stato utilizzato nelle sue piene potenzialità”.

"L’Amministrazione ha fatto una precisa scelta politica, quando riservando la gestione ai soli operatori economici, per un sito storico dove si era raggiunto un delicato equilibrio tra cultura, turismo ed intrattenimento, anche grazie ad una gestione, figlia di un bando precedente indirizzato invece alle associazioni di promozione sociale, iscritte nel registro provinciale. L Amministrazione ha così spezzato un legame territoriale e di gestione, che si era rivelato proficuo e infranto quell equilibrio, senza riuscire a crearne uno diverso, che, avrebbe necessitato di una forte attivita' di tutoraggio e investimenti, anche da parte del Comune e non ci sono stati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena Siamo Noi: "La Rocca Malatestiana è tornata ad essere un grande problema"

CesenaToday è in caricamento