Cesena SiAmo Noi boccia il Festival del Cibo di Strada in Piazza del Popolo: "Serie di problemi"

"Era logico pensare che si svolgesse prevalentemente nel tempio delle manifestazioni recentemente realizzato, piazza della Libertà", è la prima osservazione

Il movimento "Cesena SiAmo Noi" contrario allo svolgimento del Festival Internazionale del Cibo di Strada in Piazza del Popolo. "Era logico pensare che si svolgesse prevalentemente nel tempio delle manifestazioni recentemente realizzato, piazza della Libertà - è la premessa -. Già nei due anni precedenti, con il cantiere di piazza Libertà aperto, abbiamo potuto sperimentare l'impatto, gli inconvenienti e gli effetti creati nel concentrare gli stand del cibo in Piazza del Popolo: problemi ambientali legati allo smaltimento di oli e rifiuti, problemi di accessibilità per cittadini a mobilita' ridotta e di sicurezza, nonché disagi per i commercianti ambulanti del mercato".   

Non comprendiamo come mai, dopo aver speso oltre 3 milioni di euro per disegnare la piazza a misura di manifestazione ("sagra del cibo"), con specifiche dotazioni di sottoservizi (elettricità,  acqua, scarichi e 8 fosse Imhoff), si continui per il terzo anno di fila a usare piazza del Popolo, forzando di nuovo la piazza, e le sue emergenze artistiche tra cui la fontana Masini, ad una difficile convivenza con un evento che necessita di dotazioni specifiche", prosegue il movimento nelle osservazioni.

Nel mirino c'è anche l'accessibilità: "Diverse problematiche riscontrate l'anno scorso potrebbero riproporsi anche quest'anno - viene osservato -. La carenza di posti auto per disabili nelle vicinanze di Piazza del Popolo, la mancanza di toilette chimiche, la protezione dei cavi elettrici a terra che con difficoltà sono scavalcabili e, non per ultimi, i banchi per la distribuzione di alimenti e dei tagliandi  (troppo alti),  nonché i tavoli con le panche che non consentono alle sedie a rotelle di accedervi. Preoccupa inoltre la concentrazione di migliaia persone in uno spazio molto limitato già densamente contornato da locali pubblici2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il commercio ambulante, già in forte sofferenza nella nostra città e in odore di futuri mutamenti di assetto che cambieranno le sorti di molti commercianti, dovrà subire per il terzo anno consecutivo disagi e perdite economiche per lasciare spazio al Cibo di Strada in Piazza del Popolo e in parte di viale Mazzoni - concludono le osservazioni -. Perché nell’organizzare la festa non si è tenuto conto di tali disagi? Come si cerchera' di minimizzare concretamente e non solo con generiche promesse l'impatto sulla piazza favorendo ampia accessibilita' per tutti i cesenati?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento