Il presidente del parlamento UE, Martin Schulz, convince la platea cesenate

Economia dell'eurozona, rilancio dell'occupazione giovanile e il futuro di un'Europa un po' meno finanziaria e sempre più vicina agli eurocitadini. Questi alcuni dei temi trattati da Schulz

ph Alessandro Mazza

Economia dell'eurozona, rilancio dell'occupazione giovanile e il futuro di un'Europa un po' meno finanziaria e sempre più vicina agli eurocitadini. Questi alcuni dei temi trattati dal numero uno del parlamento Europeo Martin Schulz domenica pomeriggio ai giardini Savelli. L'incontro era organizzato dal Pd di Cesena, ha richiamato centinaia di cittadini per un appuntamento unico. Purtroppo non c'era la giornalista Lucia Annunziata che, secondo i piani, doveva intervistare il presidente che ha tenuto un discorso al pubblico.

Daniele Zoffoli (segretario Pd cesenate), il sindaco di Cesena Paolo Lucchi, il deputato Sandro Gozi e l'europarlamentare Salvatore Caronna hanno preceduto il discorso di Schulz che ha riscosso ampi e lunghi applausi. Nelle prime battute iniziali ha trovato spazio per scusarsi di quanto successo a Marzabotto, uno dei tristi teatri della seconda guerra mondiale. Poi ha trattato diversi temi internazionali che, nonostante siano dibattuti nelle aule di Strasburgo, toccano da vicino un po' tutti. Tra questi c'è stato ampio spazio all'occupazione giovanile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



La condizione raccontata da Schulz è grigia, ma si è impegnato a lavorare affinché quella che ha definito come la “generazione più preparate” trovi gli spazi adeguati. “Ricordo una frase di una ragazza – ha raccontato – lei è un'architetto che ha cercato lavoro all'estero. Quando mi ha incontrato mi ha chiesto una domanda molto semplice: 'Avete milioni di euro per salvare le banche, ma cosa fate per me?'”. Schulz ha una chiara idea dei problemi che attanagliano milioni di europei e gli applausi che ha riscosso durante il discorso hanno una duplice valenza. Da una parte simboleggiano l'appeal indiscusso che ha riscosso nel pubblico, dall'altro il fatto che ciò che ha detto riguarda problemi veri. Ora non resta che passare dalle parole ai fatti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento