Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica

Cesena più sicura? "I candidati sindaco ci dicano esattamente come..."

"Stiamo seguendo con molto interesse gli interventi dei candidati sindaco in campagna elettorale e giovedì Confcommercio organizzerà un confronto con tutti i candidati sindaco"

"Stiamo seguendo con molto interesse gli interventi dei candidati sindaco in campagna elettorale e giovedì Confcommercio organizzerà un confronto con tutti i  candidati sindaco. Tra le tante proposte costruttive dei candidati notiamo tuttavia certe cadute di stile -  e anche più - come a nostro avviso è stato un intervento del sindaco Lucchi il quale ha detto che i piccoli imprenditori sarebbero migliori di un'associazione che li rappresenta, guarda un po' la Confcommercio. Non l'altra, di cui è è stato segretario per molti anni".

Sono le prime parole di Corrado Augusto Patrignani, presidente della Confcommercio cesenate, in merito al tema della sicurezza, con una precisa richiesta ai candidati sindaco.

"Questo attacco da parte di un sindaco di tutti i cittadini fa impressione e suscita amarezza, anche perché in campagna elettorale è raro, anzi unico, vedere che un candidato si rivolga contro gli elettori (le organizzazioni di categoria sono formate da uomini in carne e ossa, che tutelano uomini in carne e ossa). Noi come Confcommercio non abbiamo mai sostenuto che i candidati sono peggiori dei cittadini che li votano, gettando discredito su di loro".

"Da parte del sindaco c'è una certa subdola tendenza a voler far apparire limitatamente la nostra organizzazione come quella "dei parcheggi", mentre al contrario in questi anni abbiamo avanzato una serie di proposte a 360 gradi per lo sviluppo dei settori produttivi e della città, molte delle quali con risposte della giunta che ancora soffiano nel vento. Quanto ai parcheggi ribadiamo: servono al centro e anche alla periferia" ha detto Patrignani.

"Quanto invece alle altre  proposte ricordo che siamo stati tra i primi a denunciare la drammatica emergenza sicurezza in città, per l'escalation di furti e rapine a danni di cittadini e imprenditori, proponendo l'installazione delle telecamere per la sorveglianza in centro e anche in periferia, invece di utilizzare le risorse per Icarus. Il problema della sicurezza è stato colpevolmente sdrammatizzato e addirittura, almeno nella prima parte di legislatura, se non negato certo sminuito. Confcommerico e le sue imprese chiedono una città sicura (il primo bene essenziale e il prerequisito per tutto il resto), che cresca economicamente per redistribuire ricchezza e che liberi le imprese sgravandole di parte del macigno fiscale e burocratico. Giovedì faremo domande secche ai candidati su come intendono costruire questa città dando una possibilità alla città intera di ascoltare le risposte, valutarle e orientarci a un voto consapevole"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena più sicura? "I candidati sindaco ci dicano esattamente come..."
CesenaToday è in caricamento