Da Sirio a Icarus, l'ironia di Casali (PdL): "Imparate a volare"

"Ebbene si, anche i cesenati, così come fece Icaro, dovranno imparare a volare per poter raggiungere il centro; l'importante è che non lo facciano volando troppo in alto per non fare la fine del mito greco"

credit TM News/Infophoto

"Ebbene si, anche i cesenati, così come fece Icaro, dovranno imparare a volare per poter raggiungere il centro; l'importante è che non lo facciano volando troppo in alto per non fare la fine del mito greco. Sirio cambia nome in Icarus, ma non cambia la sostanza; solita trovata mediatica per confondere i cesenati in quello che a mio parere pare pura inutilità; il sistema centro storico funziona a malapena così e non sembra consigliabile mettere altri limiti e divieti; ma si sa, le amministrazioni del PD godono nel porre vincoli in nome e per conto di quello che chiamano poi, con termine emotivamente "pregnato", bene comune. Ma  il programma è tracciato e quindi tutti in riga e alla ….riscossa".

E' quanto dichiara Marco Casali, consigliere del PDL del Quartiere Centro Urbano, sul nuovo piano del traffico che prevede l'introduzione di Icarus, il sistema di telecontrollo degli accessi al centro storico.

"Tutto bene, se non fosse che per perseverare nel progetto si propone addirittura di distogliere dei fondi destinati a parcheggi per appesantire e inasprire la circolazione; come dire: avete voluto la guerra e allora vi faccio vedere io; vi dirotto dei fondi dai parcheggi e li trasformo in un sistema di video sorveglianza (Icarus) che rendendomi la vita impossibile mi porterà a stare a casa o a dirigermi verso altri lidi. In fondo anche questa strategia che la giunta Lucchi sta mettendo in moto, ha il suo fondamento logico; si sa le macchine creano problemi, ma se si riesce a non farle più girare o si tolgono i parcheggi dove posteggiarle, beh, allora  verrà il momento che quelle macchine non verranno più usate".

"Tutto bene - continua ancora l'esponente del PDL - se non fosse che anche i cesenati amino spostarsi, girare e se non lo possono fare in una direzione lo faranno magari verso altri luoghi (mi vengono in mente i centri commerciali ma si sa ormai sono mentalmente deformato). Quello che però non pare giusto e che è stato stigmatizzato anche dalla Confesercenti, è proprio il modo di agire;  l'equilibrio negli investimenti dovrebbe prevedere delle contromisure; voglio mettere Sirio, pardon Icarus, allora provvedo a creare qualche stallo in più. Nulla di tutto ciò invece".

"Non ci rimane - conclude ironico Casali - che volare, con la mente però, perché dal prossimo autunno sarà difficile farlo di persona; vedo già i cesenati a casa, sotto il plaid, a seguire tutti insieme il sito comunale Cesena Dialoga.  Che spettacolo!!!!"
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento