Piazza del Popolo aperta alle auto? Per Progetto Liberale "una provocazione"

"La soluzione dei problemi di accesso del centro storico di Cesena non passa da una apertura alle auto della piazza storica, ma senz'altro il problema di accessibilità esiste e diventerà assai più evidente e grave con l'apertura del Nuovo Foro Annonario"

Piazza del Popolo aperta alle auto? Secondo Stefano Angeli e Ugo Vandelli, di Progetto Liberale, quella del presidente della Confcommercio cesenate Augusto Patrignani, più che una proposta è "per lo più una provocazione per segnalare un problema reale. Ovviamente la soluzione dei problemi di accesso del centro storico di Cesena non passa da una apertura alle auto della piazza storica, ma senz’altro il problema di accessibilità esiste e diventerà assai più evidente e grave con l’apertura del Nuovo Foro Annonario, il quale nel progetto originale prevedeva una sua struttura di sosta interrata che è stata eliminata".

Secondo Angeli e Vandelli "la soluzione del problema per il nostro centro storico, e non solo per la zona del Foro Annonario, è sempre quella che da decenni proponiamo e che fu a suo tempo sottoscritta in una petizione da oltre 6 mila cesenati, ovvero la realizzazione di un grande parcheggio interrato sotto Piazza della Libertà, come era del resto previsto nel progetto vincente di quel concorso di idee europeo, eseguito dalla amministrazione precedente, che resta l’unico concorso fatto per quell’opera fin’ora, poi invece abbandonato dall’attuale sindaco Paolo Lucchi per motivi ci pare esclusivamente ideologici e di cui mai si è data una completa spiegazione alla città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Concludono gli esponenti di Progetto Liberale: "In questi anni si è elucubrato tanto sull’argomento e si sono realizzate, con impiego di molto denaro pubblico, opere costose ed alternative come i silos meccanizzati o il parcheggio a fianco del Caps, ma si è accuratamente evitato di realizzare l’unica opera realmente utile ed efficace, che avrebbe senz’altro anche quel ritorno economico che le strutture attualmente realizzate non dimostrano di avere. Un errore che i Cesenati pagano caro e che, a nostro avviso, non andrebbe perseverato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento