Centro storico, il Movimento 5 Stelle: "Ultimo show multimediale del nostro sindaco"

"Il primo cittadino, insolitamente sprovvisto della fascia tricolore che di solito indossa quando si aggira per le attività del centro storico, ci rende partecipi del suo sogno"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

"Il primo cittadino, insolitamente sprovvisto della fascia tricolore che di solito indossa quando si aggira per le attività del centro storico, ci rende partecipi del suo sogno. Con lui, per l’occasione, era schierato lo stato maggiore Pd al completo. Un sollievo vederli tutti insieme contemporaneamente, dopo che negli ultimi incontri avevano dato segni di cedimento; chi aveva perso la parola, chi aveva perso l’invito. Tra suoni, luci e timer venivamo accompagnati in questo mondo di fiaba. Un mondo dove i parcheggi sono sempre liberi ed in abbondanza (sono sempre liberi dai 500 ai 700 posti auto al giorno), dove le persone che usano il centro storico lo fanno solo per svago e ci arrivano senza auto, dove i negozi non hanno ceduto di un millimetro di fronte alla crisi ( chiuse solo 9 attività in 4 anni). Un paradiso terrestre!

La verità purtroppo è un'altra, e chi frequenta il centro storico se ne accorge benissimo: negozi sfitti, pochissime persone a passeggio se non il sabato, nessuna attrattività, degrado, incuria. Assistere alle mirabolanti acrobazie mediatiche del Sindaco e della sua giunta per raccontarci il mondo che non c’è è stato un insulto alla nostra intelligenza di cittadini prima che di forza di opposizione. Un grandissimo segno di debolezza del primo cittadino l’aver dovuto soccombere, visto il pressing continuo che si stava attuando, a dover spiegare dove e come vuole portare Cesena nei prossimi anni. Ispirandosi alla tradizione in puro stile Istituto Luce, sono stati presentati dati e cifre ad arte per avvalorare una tesi. Come da prassi per questa amministrazione, prima si stabilisce il punto di arrivo, poi si cercano i dati per supportare questa inevitabile destinazione.

Uno show con qualche segnale di apertura, bisogna riconoscerlo al Sindaco, segno che il senso di accerchiamento sul progetto di Piazza della Libertà ha prodotto i suoi frutti. Apertura su ridiscussione della gestione del centro storico allargando Zona A anche ai commercianti, con una rinnovata disponibilità ad investire coinvolgendo i commercianti stessi, una ridefinizione del progetto di Piazza della Libertà più a misura di bimbo anche con l’interessante LiberaMese. Noi da sempre siamo favorevoli alla pedonalizzazione del centro storico. Coerenti con il nostro programma non rinneghiamo, come invece ha fatto credere venerdì sera il sindaco, questo nostro punto ed anzi rilanciamo. Per noi il centro storico deve essere completamente pedonalizzato, quindi anche i bus devono restarne fuori.

Ma prima bisogna trovare una soluzione per le auto che attualmente gravitano su piazza della libertà in particolare quelle dei residenti. L’apertura verso un parcheggio al Sacro cuore potrebbe essere una di queste soluzioni, ma non è qualcosa che si verificherà a breve. Allora valorizziamo i parcheggi scambiatori, aumentandone la frequenza. Potenziamo il parcheggio del Caps fornendolo di una fermata della navetta proveniente dall’ippodromo. Forniamo indicazioni stradali precise per chi viene da fuori Cesena per indirizzarlo verso i parcheggi scambiatori. Potenziamo il centro dotandolo di strumenti ad hoc che possano permettergli di confrontarsi con gli Iper locali a suon di eventi culturali e attrazioni turistiche. Individuiamo un organismo collegiale che possa “dirigere” tali attività (un city manager scelto e sostenuto dai residenti e dai commercianti del centro storico che si interfaccia con l'assessore di riferimento). Ascoltare e confrontarsi è alla base della democrazia, almeno per come la intendiamo noi del Movimento 5 Stelle e ieri sera eravamo presenti e partecipi al dibattito. Ma il falso ascolto e il falso confronto stile “carta bianca” servono solo ad illuminare le scelte già prese del Sindaco senza coinvolgere il consiglio comunale, come spesso accade purtroppo. Ieri è andata in scena l’ultima puntata di questa serie".

Torna su
CesenaToday è in caricamento