menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro storico, Lucchi: "Dal Nucleo di prossimità della Municipale quasi 4mila controlli"

Il sindaco ha risposto all'interpellanza della consigliera del M5S Claudia Ceccaroni, sul nucleo della Pm che presidia il centro storico

Il sindaco Paolo Lucchi ha risposto in consiglio comunale all'interpellanza della consigliera del M5S Claudia Ceccaroni, relativa all'attività e alle funzioni del Nucleo di prossimità della Polizia Municipale, posto a presidio del centro storico

"I dati si riferiscono - spiega il sindaco - all'attività posta in essere da marzo 2018 fino a febbraio 2019. Attualmente le donne e gli uomini della P.M. assegnati al Nucleo di prossimità del centro storico sono 5, cui va aggiunto un ispettore che coordina il Nucleo stesso.

"Sarebbe bene individuarlo come un 'gruppo di lavoro' che opera con continuità in centro storico, ed il cui personale è assegnato, nei giorni feriali, ai turni del mattino e del pomeriggio negli orari 7.-13 e 13.-19. Nei giorni festivi invece, il servizio viene svolto dalla pattuglia di controllo ordinario, che opera in città ed alla quale sono assegnati anche altri servizi. Questa scelta è state determinata dalla valutazione del Comandante Colloredo – condivisa anche con gli operatori commerciali del centro storico – che, essendo tutte le attività aperte soprattutto nei giorni feriali (e non nel fine settimana), fosse utile ottimizzare l’organizzazione, prevedendo un servizio più strutturato nei momenti di massima attività per gli imprenditori".

"I compiti assegnati al Nucleo di prossimità per il centro storico sonoi: servizi di Polizia Locale e controllo del territorio in zone prevalentemente centrali; controllo Z.T.L.; controllo parchi ed aree verdi; controllo abbandono ed errato conferimento di rifiuti. Il Nucleo svolge l’attività principalmente all’interno delle mura ed in modo appiedato".

Lucchi sottolinea i risultai conseguiti da questi agenti messi a presidio del centro storico: "I controlli eseguiti nelle vie del centro sono stati 3.713; il tipo di sanzioni elevate punta soprattutto alla difesa delle categorie deboli di utenti della strada, con una particolare attenzione alle aree per disabili, ai marciapiede, alle piste ciclabili, ai passaggi pedonali, oltre al controllo delle soste in ZTL, dischi orari e spazi riservati ai residenti. Le sanzioni accertate per soste sono state 2559, così suddivise: i controlli delle aree disabili hanno prodotto 87 sanzioni; quelli alle soste sui marciapiedi hanno prodotto 121 sanzioni; quelli ai passaggi ed attraversamenti pedonali, hanno prodotto 285 sanzioni; quelli alla Z.T.L. ed alle soste hanno prodotto 736 sanzioni; quelli ai dischi orari ed al carico/scarico, hanno prodotto 377 sanzioni; quelli al codice della strada, hanno prodotto 240 sanzioni; quelli sul corretto conferimento di rifiuti hanno prodotto 48 sanzioni".
"Inoltre - sottolinea il primo cittadino - sono stati effettuati 1971 punti di contatto/colloquio con i cittadini (soste o presenze a loro disposizione mediamente per 15 minuti); ci sono stati 18 rinvenimenti di merce. I rinvenimenti di solito riguardano abbandoni da parte di venditori abusivi, che evitano il sequestro della merce allontanandosi prima di essere fermati".

"Nello stesso periodo sono giunte 479 richieste di intervento da parte di cittadini alla della centrale operativa, che hanno prodotto 554 sanzioni, per le varie tipologie. Questo conferma la tendenza, rafforzatasi in questi ultimi anni, che vede spesso la P.M. agire su segnalazione dei cesenati".

"Va poi segnalato come durante il controllo riferito ai veicoli in transito, sia stato accertato un possesso illegittimo di sostanze stupefacenti da parte di un conducente, che è stato deferito all'autorità giudiziaria; è stata inoltre denunciata una signora per guida con patente falsa, mancanza di assicurazione e revisione del mezzo".

Il sindaco rimarca come la costituzione del “Nucleo di prossimità” , non abbia comportato "nessuna spesa aggiuntiva, poiché il costo degli interventi e dell’organizzazione del servizio, rientra a tutti gli effetti tra quelli effettuati grazie alle dotazioni in uso, aumentate considerevolmente grazie alla riorganizzazione del Corpo di P.M.".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento