Centro storico, Di Placido-Angeli: "Il sindaco vive in un luna park"

"Scorrendo i documenti presentati lo scorso venerdì, si potrebbe scrivere un trattato di psicologia, qui ci limitiamo a qualche considerazione".

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

"Ora ne abbiamo la quasi certezza: il sindaco Paolo Lucchi non vive in una città ma in un luna-park, dove luci e festoni ti allontanano dalla realtà e ti proiettano in un mondo immaginario. La differenza con gli abituali frequentatori dei luna-park è che quelli, dopo qualche ora, tornano alla vita normale, il nostro Sindaco pare vi abbia preso la residenza. Non si spiegano altrimenti la cecità di fronte allo stato delle cose e la fumosità delle cosiddette proposte avanzate alla nuova puntata di Carta Bianca “ A due passi dal futuro” (forse sarebbe stato meglio “ A un passo dal baratro”).

Un dato risulta ormai chiarissimo: al Ssndaco Lucchi del Centro Storico non interessa niente, e questi primi 6 anni di governo ne sono la triste conferma. Ma la cosa che più segnala il basso livello di questa Amministrazione è la pretesa di leggere le cose con lenti distorte, pretendendo che sia la realtà, e spostare continuamente in avanti il termine per la realizzazione dei progetti. Scorrendo i documenti presentati lo scorso venerdì, si potrebbe scrivere un trattato di psicologia, qui ci limitiamo a qualche considerazione".

Il mito dei parcheggi scambiatori (parte 1). "Qualcuno dica al Sindaco che, dai numeri che ha presentato, oltre il 57% di chi utilizza gli scambiatori è impiegato/insegnante (sosta lunga), oppure pensionato/studente (maggiore disponibilità di tempo e/o indisponibilità di altri mezzi)".

Il mito dei parcheggi scambiatori (parte 2) - "Qualcuno dica al Sindaco che, dai numeri che ha presentato, solo il 20% di chi frequenta il Centro Storico dichiara di averlo raggiunto con gli scambiatori".

I bambini stanno meglio nei giardini pubblici - "Qualcuno dica al Sindaco che l’attenzione un po’ pelosa verso bambini e famiglie è condivisibile ma, prima di eliminare un parcheggio per dare vita a eventi a loro dedicati, sarebbe bene che ricordasse che esiste un giardino pubblico a meno di 100 metri (non opera sua) praticamente sempre inutilizzato, che si presterebbe benissim".

Smog a singhiozzo - "Qualcuno dica al Sindaco che, se per eliminare lo smog prodotto dal parcheggio di Piazza della libertà bisognerebbe piantare 12.000 alberi, quanti ce ne vorrebbero per eliminare lo smog prodotto dal parcheggio Montefiore, a maggior ragione dopo il suo imminente ampliamento (altro grande segnale di interesse verso il Centro Storico)?"

Cultura e turismo, chi li ha visti? - "Qualcuno dica al Sindaco che parlare di Tavolo di lavoro sul turismo, di 5.000 turisti in più da entroterra e costa nel periodo estivo ( e in quello invernale? Li andiamo a prendere dalle Alpi?) scatena sorrisi, considerando che già nel suo programma delle primarie Pd 2008 parlava di marketing del territorio, e che già nel 2011/2012 furono votate delibere che decidevano di fare quello che lui, oggi, dice che verrà fatto. Ma i tempi e il ritegno sono sempre un optional? Secondo l’Unesco, no".

Originalità, questa sconosciuta -  "Qualcuno dica al Sindaco che la società di valorizzazione del Centro Storico, con indicazione di un city manager, l’abbiamo proposta noi nel 2011. Ben arrivato! Se tanto ci dà tanto, con i tempi di lavoro della attuale cabina di regia, saremo pronti per Natale 2019, e a quel punto la cosa non lo riguarderà più".

Sacro Cuore, no al secondo regalo - "Qualcuno dica al Sindaco che il suo predecessore, qualche suo attuale assessore, il suo partito e tanti oppositori di facciata, fecero già un grande regalo al Sacro Cuore nel 2008, con una variante al piano regolatore da 4.000 mq. Oggi, che quel regalo è stato gestito come tutti sappiamo, il Sindaco vorrebbe fare un ulteriore regalo, riparando agli errori altrui e regalando soldi pubblici individuando in quell’area i parcheggi a servizio del Centro Storico, senza nessuna certezza su tempi e modi, ma eliminando da subito Piazza della Libertà? Ora abbiamo capito che il vero scopo della pedonalizzazione di Piazza della Libertà è la creazione di una “statua equestre” dedicata al Sindaco Lucchi: altrimenti, non ci sarebbe niente per ricordarsi di lui alla fine del suo decennale mandato".

Luigi Di Placido - Liberaldemocratici per Cesena
Stefano Angeli - Progetto Liberale Cesena

Torna su
CesenaToday è in caricamento