menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola islamica al "Carducci"? L'assessore: "Niente di illegale, crediamo nel multiculturalismo"

E' quanto affermato l'assessore Simona Benedetti, durante il Consiglio comunale di giovedì, rispondendo all'interpellanza proposta dal consigliere Stefano Spinelli

"Il settore scuola del Comune non ha mai ricevuto comunicazione alcuna relativamente all’attivazione di una scuola di lingua araba all’edificio scolastico Carducci la domenica. In realtà avevamo indiretta notizia di una attività simile che da tempo si svolgeva al circolo scolastico Cesena 2". E' quanto affermato l'assessore Simona Benedetti, durante il Consiglio comunale di giovedì, rispondendo all’interpellanza proposta dal consigliere Stefano Spinelli, del gruppo Libera Cesena, in merito alla concessione di locali della scuola “Carducci” per una  scuola islamica

"Gli edifici scolastici sono affidati in concessione d'uso gratuito ai dirigenti che assumono la responsabilità piena dell'uso  - puntualizza Benedetti -. Ne sia un esempio il fatto che per l’episodico utilizzo delle palestre in orario extrascolastico, anche il Comune deve richiedere espressa autorizzazione alla dirigenza scolastica. La regola, naturalmente, cita che il dirigente deve fare di quegli spazi un uso compatibile con i fini educativi cultural, /didattici e sociali. Siamo convinti, a tal proposito, che il multiculturalismo rappresenti una risorsa per tutte le comunità, tanto più quando le diversità che esso rappresenta possono divenire base per la crescita completa ed aperta di ogni individuo".

"Non ci appartiene la volontà di alimentare nei piccoli cesenati l’idea che esista qualcuno di cui aver paura, da tenere lontano o da avvicinare solo se decide di assomigliare ad un modello di “cittadino italiano ideale” che rappresenta solo una parte di questo paese - chiosa l'assessore -. Compito di una istituzione, tanto più quando deve rispondere ai suoi compiti educativi, è di accompagnare le giovani generazioni a crescere insieme, integrando abitudini e tradizioni legittimamente diverse in una unica idea di comunità dove ad ognuno sia chiaro come fare la propria parte per il bene comune. Noi crediamo che l’utilizzo degli spazi alla scuola Carducci da parte del Centro Culturale Islamico, indipendentemente dalle incombenze autorizzative che non rientrano nelle nostre competenze, non rappresenti una situazione illegale da dover ripristinare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento