menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Panebianco, Lattuca: "Il Governo garantisca la libertà d'espressione"

Il deputato cesenate Enzo Lattuca ha presentato un'interrogazione ai ministri della Pubblica Istruzione-Università e dell’Interno dopo che alcuni rappresentanti del Collettivo universitario autonomo (Cua), hanno contestato a Bologna il professor Angelo Panebianco

Il governo intervenga per garantire il diritto alla libertà di opinione e di espressione. Il deputato cesenate Enzo Lattuca ha presentato un'interrogazione ai ministri della Pubblica Istruzione-Università e dell’Interno dopo che alcuni rappresentanti del Collettivo universitario autonomo (Cua), hanno contestato a Bologna il professor Angelo Panebianco a causa di un editoriale pubblicato sul Corriere della Sera.

Lattuca ricorda che "l’articolo 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo del 1948 recita che ‘Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere’. Voglio anche ricordare che alcuni studenti partecipanti al corso hanno preso le difese del professore Panebianco, già  vittima di proteste simili, chiedendo ai manifestanti di consentire il regolare svolgimento della lezione. I manifestanti hanno poi annunciato altre contestazioni per l’inaugurazione dell’anno accademico il prossimo 29 febbraio”.

“L’Università - prosegue Lattuca - dovrebbe essere il luogo massimo per la libertà di espressione, e come stabilito dall’articolo 33 comma 1 della Carta Costituzionale ‘l’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento’. Pertanto simili episodi di intolleranza rischiano pericolosamente di riportare indietro le lancette della storia in anni in cui proprio Bologna è stata teatro di fortissime tensioni eversive. Il governo dunque – conclude il deputato  Pd - intervenga per assicurare il pieno ed effettivo diritto di libertà di espressione e di insegnamento al Prof Panebianco e per tutti coloro che sono vittime di aggressioni per la semplice manifestazione delle proprie opinion”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento