rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica Savignano sul Rubicone

Savignano, incognita moschea. Morrone (Lega): "Non staremo con le mani in mano"

“Come Lega Nord non staremo con le mani in mano - continua Morrone -. Non sono chiari i contenuti del progetto né tantomeno la titolarità dei soggetti richiedenti"

“Un centro di aggregazione islamica e un luogo di culto a due passi da un complesso artigianale: questo è il prezzo che i cittadini potrebbero espiare per le politiche terzomondiste del Sindaco di Savignano sul Rubicone, Filippo Giovannini”. Sono le parole del segretario leghista romagnolo Jacopo Morrone, che interviene sull'imminente apertura di una moschea in via Pertini a pochi passi dal cimitero comunale.

“Come Lega Nord non staremo con le mani in mano - continua Morrone -. Non sono chiari i contenuti del progetto né tantomeno la titolarità dei soggetti richiedenti. Ci chiediamo poi come intenda agire la Giunta Giovannini per autorizzare la concessione di un luogo di culto in un centro commerciale prossimo al cimitero monumentale. Si tratterebbe infatti di un cambio di destinazione d’uso piuttosto inusuale e a tutti gli effetti una forzatura che inciderebbe sia sulla circolazione stradale che sulla sicurezza del complesso.”

“La nostra priorità sono i savignanesi e le loro problematiche - conclude il segretario leghista - non ci nascondiamo dietro a gesti benevoli o ipocrisie buoniste. Come Lega Nord ritentiamo che i nostri cittadini vengano prima di tutto e di tutti e proprio per questo abbiamo intenzione di organizzare un incontro pubblico per ascoltare le loro perplessità e le loro paure.”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Savignano, incognita moschea. Morrone (Lega): "Non staremo con le mani in mano"

CesenaToday è in caricamento