menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso Borello, la Misericordia Valle Savio invita Morrone a visitare l'associazione

Istrael De Vito, rispondendo all'attacco del Carroccio dei giorni scorsi, invita il segretario romagnolo Jacopo Morrone "a visitare personalmente l'associazione"

Continua il botta e risposta tra la Misericordia Valle Savio e la Lega Nord. Istrael De Vito, rispondendo all'attacco del Carroccio dei giorni scorsi, invita il segretario romagnolo Jacopo Morrone "a visitare personalmente la nostra associazione e, perché no, mettersi a disposizione per fare un po’ di volontariato con noi, così da toccare con mano chi siamo e cosa facciamo, cominciando dalla conoscenza della storia delle Misericordie iniziata nel 1244''.

Un invito rinnovato anche al consigliere Ombretta Farneti, "per sfatare così i suoi dubbi. In relazione all'interrogazione dell'esponente leghista alla sindaca di Mercato Saraceno, nonostante il regolamento del Consiglio comunale non prevedesse interventi in merito, il sottoscritto era comunque presente in aula, a disposizione di chi voleva pormi delle domande. Domande che in quell'occasione però non mi sono state poste, forse perché non interessavano le risposte ma solo iniziare il percorso denigratorio che ci ha portato ad oggi".

Continua De Vito: "Morrone definisce "vergognose" le mie dichiarazioni sui fatti del 14 gennaio. Solo chi ha subito l’ignobile attacco può realmente comprendere quanto vile ed ingiuriose sono state le parole rivolte ai volontari presenti. Ci sono i filmati che testimoniano come sono andate realmente le cose".

"L’associazionismo in generale è fatto di condivisioni di ideali, e anche di visioni diverse, che nel nostro caso hanno portato all’allontanamento di alcuni - conclude -. Occorre farsi spiegare bene o meglio cerca di capire chi sono e cosa facevano all’interno della Misericordia, le motivazioni per cui sono andati via. E se hanno le prove, si facciano avanti con le accuse e vadano dagli organi competenti a denunciare ciò che ritengono illecito e non idoneo alla nostra mission. Ma si prendano poi le responsabilità delle loro azioni, come tutti noi facciamo quotidianamente".

continua nella pagina successiva ====> L'INTERVENTO DELLA LEGA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento