Caso Auschwitz, Pedrelli contro il sindaco di Predappio: "Ha una macchia sulla coscienza"

"Leggere che per la loro memoria è necessario un "contrappeso" fa infuriare. Il tutto senza una valida motivazione: perché l'unica può essere quella di essere nazista"

Sulla vicenda che riguarda il sindaco di Predappio, che ha negato il finanziamento del Comune al progetto "Promemoria Auschwitz" promosso come di consueto dall'associazione Dèina, interviene da Montiano il giovane capogruppo della giunta Molari, Enrico Maria Pedrelli: "L'amministrazione di Predappio ha una macchia sulla coscienza, perché ha preso una decisione forte giustificata da ragionamenti deboli, assurdi e pretestuosi: è chiaro a qualsiasi persona di buon senso. Ad Auschwitz sono morte persone di diverse nazionalità ed idee politiche, compresi centinaia di migliaia di bambini. Leggere che per la loro memoria è necessario un "contrappeso" fa infuriare. Il tutto senza una valida motivazione: perché l'unica può essere quella di essere nazista".

E conclude: "Per fortuna non siamo tutti così, perché se tutti i sindaci prendessero la stessa decisione il progetto chiuderebbe. Io ho partecipato anni fa; è un'esperienza molto forte che non dimenticherò mai. Ho partecipato, come tantissimi ragazzi montianesi, perché Montiano - grazie anche alla sensibilità del Sindaco Fabio Molari - le sue quote le ha sempre coperte: anche al costo di grandi sacrifici, organizzando cene di autofinanziamento, abbiamo sempre mandato tutti. I ragazzi che tornavano poi, rilasciavano ciò che hanno imparato in una serata pubblica: questo è fare Memoria. Predappio prenda esempio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

Torna su
CesenaToday è in caricamento