menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caserma dei Carabinieri di San Piero, la Lega: "Tante parole, nessun intervento"

"E' sotto gli occhi di tutti che la prosopopea del Sindaco Marco Baccini, magicamente manifestatosi sulla vicenda dopo sei mesi di silenzio e - guarda caso - subito dopo la pubblicazione del nostro comunicato, circumnaviga il problema, che oggi persiste."

"Scolastico e puntuale l'intervento del primo cittadino Baccini. Peccato per il riscontro pratico. Tante le parole ma nessun intervento risolutivo. A rimetterci come sempre i cittadini e l'operato dell'Arma dei Carabinieri". Sono le parole di Gianni Facciani (Lega Nord Romagna) in merito alla situazione della Caserma dei Carabinieri di San Piero in Bagno

"A conti fatti le certezze sono due" - non fa giri di parole il coordinatore leghista della Valle del Savio - "da una parte il nucleo di San Piero è costretto a "convivere" con i colleghi di Bagno di Romagna in uno stabile insufficientemente grande per accogliere entrambi i comandi - con tutte le conseguenze che ne derivano sopratutto dal punto di vista lavorativo e della pianificazione operativa - dall'altra i cittadini di San Piero, per raffrontarsi con le Forze dell'Ordine, devono percorrere km in più andando ad intasare l'unico presidio di tutta la vallata."

"Allo stesso modo è sotto gli occhi di tutti che la prosopopea del Sindaco Marco Baccini, magicamente manifestatosi sulla vicenda dopo sei mesi di silenzio e - guarda caso - subito dopo la pubblicazione del nostro comunicato, circumnaviga il problema, che oggi persiste."

"La caserma dei Carabinieri di San Piero in Bagno è, dopo più di sei mesi, ancora inagibile e quindi chiusa al pubblico. Al comando di Bagno di Romagna, oltre all'area scoperta di San Piero, spetta il controllo e il monitoraggio di un comprensorio, come dice lo stesso Baccini, "di oltre 700 chilometri quadrati a carattere prevalentemente montano, caratterizzato da luoghi a volte anche difficili da raggiungere ma tutt’ora largamente popolati e attivi, impianti civili di rilevante portata ed importanza, l’interessamento dell’arteria viaria della E45". È evidente che, al di la delle sponsorizzazioni e della pubblicità promossa da Baccini sull'incalzante attività di questa Amministrazione, le criticità e i disservizi persistono. È bene ricordare, infatti, che non si tratta solo di una gravissima deficienza nell'erogazione di un servizio fondamentale per la sicurezza dei nostri cittadini, ma anche di un aggravio strutturale che limita o perlomeno affatica il buon operato delle Forze dell'Ordine, costrette a fare i conti con un presidio in meno a fronte dello stesso carico lavorativo."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento