menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caserma di San Piero in Bagno, il sindaco: "Occorre tempo per risolvere la questione"

Il primo cittadino chiarisce che "simili questioni, come quelle delle caserme, purtroppo non sono immediatamente risolvibili, neppure quando le problematiche possano apparire all’esterno di facile risoluzione

"Riflessione del tutto prive di concretezza e paiono elevate solo per mera volontà di critica". Il sindaco di Bagno di Romagna, Marco Baccini, replica all'intervento dell'esponente della Lega Nord Romagna Gianni Facciani in merito alla questione della caserma dei Carabinieri di San Piero in Bagno. “Non posso concordare con l’intervento di Facciani, che mi pare superfluo e ridondante".

Il primo cittadino chiarisce che "simili questioni, come quelle delle caserme, purtroppo non sono immediatamente risolvibili, neppure quando le problematiche possano apparire all’esterno di facile risoluzione. E ciò sia per i diversi soggetti istituzionali coinvolti sia per la difficile situazione in cui alcuni di essi si trovano ad operare, come l’ente provinciale, proprietario dell’immobile, che sta attraversando un momento di radicale trasformazione istituzionale, nel quale è priva di quelle risorse necessarie anche solo per gestire le deleghe fondamentali di cui ancora è titolare”.

“In questo quadro - aggiunge Baccini - diventa necessario sondare ogni ipotesi realisticamente realizzabile, che consenta di raggiungere un risultato concreto al netto delle problematiche emergenti e che trovi l’accordo degli enti titolari e titolati ad intervenire, che però richiede però un lavoro maggiore e una dilatazione dei tempi. Ne sono da esempio i casi simili che altri comuni stanno cercando di gestire in questi stessi mesi, basti pensare alla questione della caserma dei Carabinieri del Comune di Cesena, alla quale si sta lavorando intensamente da tempo”.

“L’amministrazione comunale, che può svolgere un ruolo di stimolo e di coordinamento nell’interesse del servizio e dei propri cittadini, è impegnata sin dall’agosto scorso con un incessante lavoro, come ho cercato di declinare nel mio precedente intervento - prosegue il sindaco -. Come potrà notare anche Facciani, non si tratta di parole, ma di un impegno teso a raggiungere un risultato concreto, che mi auspico possa arrivare a breve, con l’impegno attivo di tutti i soggetti coinvolti a cui chiedo complessivamente uno sforzo maggiore”.

“Proprio per evitare di limitarsi alle parole, invece, Facciani potrebbe intervenire in modo maggiormente costruttivo e meno scenografico, per contribuire a ragionamenti nell’interesse della comunità - conclude -. Apprezzo comunque il riconoscimento dell’intervento scolastico e puntuale ed invito a questo punto a fare altrettanto, avendo notato nel comunicato di Facciani troppi aggettivi usati superficialmente”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Casa

Come eliminare l'odore del fumo in casa? Ecco tutti i segreti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento