Politica

Cannabis legale, "Senza certificati salta il Referendum, anche in provincia alcuni comuni inadempienti"

"Tra questi - viene spiegato - ci sono purtroppo anche 5 comuni della nostra provincia: Bagno di Romagna, Forlì, Premilcuore, Roncofreddo e Tredozio"

"Sono ancora 1400 i comuni italiani che non hanno rilasciato i certificati di chi ha sottoscritto la richiesta di Referendum per la Cannabis Legale. Senza certificati (che, per Legge, dovevano essere consegnati entro 48 ore dai Comuni) salta il Referendum". A lanciare l'allarme è Fondamenta Cesena.

"Tra questi - viene spiegato - ci sono purtroppo anche 5 comuni della nostra provincia: Bagno di Romagna, Forlì, Premilcuore, Roncofreddo e Tredozio. Compaiono anche altre importanti città della Regione nella lista, come Bologna, Ravenna e Rimini. Emergono quindi tre temi: che la lotta alle mafie sembra non interessare davvero, che gli strumenti della democrazia popolare vengano ostacolati (dalla politica locale e nazionale?), e che la burocrazia tiene ancora in scacco questo paese. Chiediamo quindi agli amministratori locali (tra cui la sindaca di Tredozio Simona Vietina, che è anche la deputata del collegio di Cesena) di intervenire affinché si sblocchi la situazione, vengano consegnati i certificati entro il 30 settembre (termine presentazione firme) e si permetta l'esercizio del referendum. Perché libertà, democrazia e lotta alle mafie non basta dirle, bisogna farle".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cannabis legale, "Senza certificati salta il Referendum, anche in provincia alcuni comuni inadempienti"

CesenaToday è in caricamento