Mercoledì, 12 Maggio 2021
Politica

Cambiamo sul nodo parcheggi: "Un problema antico che richiede soluzioni nuove"

La lista civica: “I parcheggi sono tornati di scena con la nostra recente interpellanza sui servizi affidati ad ATR"

Secondo il gruppo consiliare della lista civica Cambiamo "quello dei parcheggi è un problema antico che richiede soluzioni nuove”.
“I parcheggi sono tornati di scena con la nostra recente interpellanza sui servizi affidati ad ATR. La storia è complessa. Ci riporta alla legge Tognoli 122/1989, il cui obiettivo era favorire accordi pubblici-privati nella costruzione, gestione e manutenzione dei parcheggi, tema particolarmente sentito a quei tempi, ancora oggi non completamente risolto".

"Fu grazie a tale legge - dettaglia Cambiamo - che il 6 ottobre 1990 la giunta comunale stipulò con Parcheggi SpA la relativa convenzione, per un totale di 1.759 posti auto. I parcheggi furono realizzati solo in parte, oggi sono quelli passati in proprietà, e gestione, a ATR, società del Comune di Cesena, che la controlla e ne determina l’indirizzo. Se il concessionario entrò in contrasto col Comune di Cesena, sino a disfarsi del ramo di azienda parcheggi, fu per la diversa redditività attesa rispetto a quella riscontrata, causata da politiche della sosta cambiate rispetto al momento iniziale della stipula della convenzione, unitamente ad azioni deboli di contrasto al parcheggio selvaggio. Il subentro di ATR ha risolto il contrasto: fatto direttamente l’investimento di acquisto del ramo d’azienda, con gli ausiliari svolge anche il servizio di controllo delle infrazioni per i parcheggi negli stalli, siano essi pubblici che di proprietà. Un’arma in più per il controllo dei suoi introiti, che il concessionario precedente certo non aveva".

"Tuttavia la questione della sosta nel centro urbano rimane una questione da affrontare, se osserviamo i numeri.  Prendiamo il 2018: sul totale di 37.495 infrazioni ben l’80% facevano riferimento alla sosta e alla ZTL (Icarus). In particolare 12.500 Icarus e 14.000 relative agli ausiliari del traffico, ovvero il 70% delle multe inflitte nel centro urbano. Certo, i comportamenti degli automobilisti non sono giustificabili, ma occorrerebbe chiedersi perché tanta “costanza” da parte loro nel partecipare alla lotteria della multa, anno su anno, in quel centro che, da un lato, è il salotto cittadino, dall’altro, per le infrazioni, una delle principali voci di bilancio, insoluti a parte. Se la strada rimane quella di far cassa va bene così, altrimenti si dovrebbero promuovere azioni correttive, i dati sono tutti conosciuti: vie, infrazioni, periodo del giorno e della settimana, insoluti". 

La replica

In replica alle dichiarazioni di 'Cambiamo' Atr replica che “le sanzioni emesse nell'area Centro Urbano regolamentato a pagamento dal personale Ausiliario del Traffico dipendente da ATR nell'anno 2018 non è pari a 14.000 sanzioni ma pari a 7.372”.

Aggiornato 12-03-2021 aore 15.45

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambiamo sul nodo parcheggi: "Un problema antico che richiede soluzioni nuove"

CesenaToday è in caricamento