Venerdì, 6 Agosto 2021
Politica

Buda: "Colpo di spugna sul nostro regolamento urbanistico, Cesenatico avrebbe vissuto anni di vitalità"

"L’Amministrazione Gozzoli, - scrive Buda in una nota - poco dopo essersi insediata, ha assurdamente annullato il RUE (regolamento urbanistico edilizio) elaborato dalla mia sindacatura "

Il candidato sindaco del centrodestra a Cesenatico Roberto Buda interviene sul tema del regolamento urbanistico, criticando le scelte della Giunta Gozzoli. "L’Amministrazione Gozzoli, - scrive Buda in una nota - poco dopo essersi insediata, ha assurdamente annullato il RUE (regolamento urbanistico edilizio) elaborato dalla mia sindacatura dopo un lungo lavoro svolto insieme alla città intera. Avevano inoltre promesso di approvare il nuovo strumento urbanistico velocemente ed invece, nonostante il coinvolgimento costosissimo di illustri esperti, sono passati 5 anni di inerzia assoluta. Hanno cestinato il nostro RUE in fretta e furia, esclusivamente per motivi politici, ma con esso tutto il lavoro svolto dai dipendenti comunali e dalla città intera".

"Tantissime imprese e cittadini avevano posto grandi speranze in quello strumento definito dal PD “illegittimo” come scusa.
In tutto questo è interessante guardare quello che sta succedendo a Riccione ove il RUE, vigente dal 23 gennaio 2019, è stato approvato seguendo la nostra stessa procedura (il Dirigente che lo ha elaborato è lo stesso). È inoltre notizia di questi giorni che proprio a Riccione nel 2020 siano stati aperti 842 cantieri e che nel 2021 l’edilizia abbia fatto incassi da record con più di 3 milioni di euro di oneri di urbanizzazione incassati in soli 6 mesi".

"Da tutto ciò emerge - continua ancora il candidato del centrodestra - che la decisione dell’amministrazione PD di annullare il nostro RUE è stata priva di una qualunque plausibile motivazione, sia sul piano giuridico che su quello amministrativo, con la conseguenza diretta di aver rimosso dall’ordinamento comunale uno strumento essenziale per il normale esercizio dei poteri pubblici in materia urbanistico edilizia, danneggiando gravemente la città intera solamente per ripicche politiche. Nell’ipotesi in cui si fossero accertate delle illegittimità (fatto comunque tutto da dimostrare) il rimedio prioritario non era l’annullamento ma la correzione delle parti del provvedimento ritenute illegittime, sostituendole o modificandole. Questo era quello che la città intera si aspettava da questa amministrazione. Oggi abbiamo la certezza che se fosse rimasto il nostro RUE Cesenatico avrebbe vissuto anni di vitalità con numerosi cantieri in città che avrebbero portato lavoro, riqualificazione e risorse per la città come sta accadendo ora a Riccione che ha iniziato dopo di noi ed ora ci ha superati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buda: "Colpo di spugna sul nostro regolamento urbanistico, Cesenatico avrebbe vissuto anni di vitalità"

CesenaToday è in caricamento