rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Politica

Brutale femminicidio, Mengozzi (Verdi e Sinistra): "Le donne non devono più essere in pericolo. Servono misure straordinarie"

"Martedì è stata la volta di Alessandra Matteuzzi, 56 anni, ad essere uccisa da un uomo, l'ex compagno di 26 anni. Non si ferma purtroppo la violenza contro le donne: ancora una volta non possiamo sentirci al sicuro, in casa come fuori"

"Martedì è stata la volta di Alessandra Matteuzzi, 56 anni, ad essere uccisa da un uomo, l'ex compagno di 26 anni. Non si ferma purtroppo la violenza contro le donne: ancora una volta non possiamo sentirci al sicuro, in casa come fuori. Così però viviamo con una limitazione di libertà dettata, soprattutto, dalla paura". Lo afferma Cristina Mengozzi, esponente di Europa Verde Forlì Cesena e candidata alla Camera per Alleanza Verdi e Sinistra.

"Pochi giorni fa è stata una donna a Piacenza a subire invece una violenza sessuale, violenza filmata e pubblicata sui social da giornali ed esponenti politici, violentando così una seconda volta la vittima. Sono necessari e urgenti quindi interventi a più livelli: per questo come Alleanza Verdi e Sinistra abbiamo elaborato diverse proposte che mirano a una società in cui le donne non debbano più sentirsi in pericolo, a casa e in città e abbiano le stesse opportunità di vita e di lavoro degli uomini".

"Tra le proposte - dettaglia - c'è l'adozione di un piano straordinario per l’occupazione femminile, interventi contro la disparità economica e nell’accesso alle risorse ed alle opportunità, dare concreta applicazione alla Convenzione ILO 190 “contrasto alle molestie, molestie sessuali e violenze sul posto di lavoro” ratificata dall’Italia ed ancora non calata nell’apparato normativo nazionale. Vogliamo riconoscere l’indennità di caregiver, intervenire sulle infrastrutture sociali a sostegno alle neomamme, prevedendo spazi di socialità, scambio e relazione, anche in assenza di reti familiari e di vicinato, cancellare gli ostacoli di reddito e di limiti territoriali nell’accesso agli asili nido. Precediamo un congedo di maternità obbligatorio retribuito al 100% per almeno 2 mesi prima + 6 dalla data del parto, e uno di paternità che non sia alternativo a quello della madre e per una maggiore durata. Vogliamo la modifica della L.54/2006 art.1: la violenza domestica non può essere equiparata a conflittualità e la condivisione dell’affido va modulata contemperando la specificità delle cause della separazione. Queste sono alcune proposte concrete che io e l'Alleanza Verdi e Sinistra vogliamo portare in Parlamento, affinché possiamo creare, finalmente, un Paese di cui ci sentiremo pienamente parte, non più "sesso debole" ma persone uguali, con il diritto di decidere del nostro corpo, di camminare in sicurezza per le strade anche da sole, di non aver più paura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brutale femminicidio, Mengozzi (Verdi e Sinistra): "Le donne non devono più essere in pericolo. Servono misure straordinarie"

CesenaToday è in caricamento