Blue Whale, Amormino: "L'annichilimento delle nuove generazioni è un rischio concreto"

Il fenomeno mondiale del "Blue Whale" "punta all'annichilimento delle nuove generazioni, compromettendo il loro e il nostro futuro", sottolinea Amormino

Cyberbullismo e "Blue Whale" "prendono sempre più piede perché trovano terreno fertile in una nostra società che è incapace di trasmettere fiducia negli adolescenti, che lascia gli insegnanti in trincea senza fornire loro gli strumenti giusti per far crescere ed educare i ragazzi". E' quanto afferma il consigliere provinciale Lina Amormino. Il fenomeno mondiale del "Blue Whale" "punta all'annichilimento delle nuove generazioni, compromettendo il loro e il nostro futuro - sottolinea Amormino -. Quello che le istituzioni devono fare in questo momento è alzare il livello di attenzione promuovendo azioni concrete per la valorizzazione dei ragazzi, della loro creatività, della individualità ma anche della capacità di fare rete, squadra e relazionarsi. Sempre più spesso dietro alle chat e alle comunità virtuali c'è la solitudine, la paura di non essere accettati, la sfiducia in se stessi ma anche negli altri. La politica favorisce questo percorso di involuzione 'grazie' ai pessimi esempi che ogni giorno vengono riportati dai media di tutto il mondo.
Quando si affrontano questi argomenti delicatissimi c'è sempre il rischio di generalizzare di cadere nella banalità e questo non fa altro che generare nuova sfiducia".

"Negli anni come amministratore mi sono occupata di politiche giovanili e di genere: sulla mia pelle ho imparato che per aiutare i giovani bisogna prima ascoltarli. È inutile proporre loro ciò di cui non hanno bisogno ma questo è quello che spesso accade. Serve, invece, frequentare i luoghi che loro vivono, capirne le esigenze e trovare spazi e strumenti per aumentare la possibilità di esprimersi dei nostri ragazzi: tutto questo si può fare solo con l'ascolto e il dialogo - aggiunge -. Da ultimo ma non meno importante al centro di tutte le politiche devono tornare le famiglie, luogo deputato alla formazione ed educazione dei ragazzi. Senza offrire stabilità alle famiglie, non riusciremo a sostenere percorsi stabili di crescita per i ragazzi e ne comprometteremo il futuro. I fenomeni della rete, dal cyberbullismo alla sua evoluzione più distorta, la Blue Whale, prendono sempre più piede perché trovano terreno fertile in una nostra società che è incapace di trasmettere fiducia negli adolescenti, che lascia gli insegnanti in trincea senza fornire loro gli strumenti giusti per far crescere ed educare i ragazzi".

Per Amormino "è il caso di assumersi le proprie responsabilità e chi, come me, è stato amministratore e si interessa tutt'oggi della cosa pubblica, deve rendersi conto che non si fa mai abbastanza per tutelare e favorire i giovani. Anche noi dovremmo pensare che l'annichilimento delle nuove generazioni è anche colpa nostra e per questo svegliarci ogni mattina con la precisa responsabilità di fare del nostro territorio un luogo migliore, soprattutto per loro. Dobbiamo riportare speranza ai ragazzi perchè sono loro il futuro e noi non possiamo rubarglielo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

Torna su
CesenaToday è in caricamento