rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica Cesenatico

Cesenatico, Amormino: "Il bilancio triennale del Comune si chiude in pareggio"

"Abbiamo modificato radicalmente le priorità - conferma l’assessore - selezionando rigorosamente la spesa in particolare riducendo gli sprechi revisionando i contratti e le convenzioni"

Meno spesa corrente, razionalizzazioni delle risorse (in particolare interne) e revisione radicale delle priorità: queste sono le caratteristiche principali del bilancio triennale del Comune di Cesenatico illustrato dall’assessore Lina Amormino. "Abbiamo modificato radicalmente le priorità - conferma l’assessore - selezionando rigorosamente la spesa in particolare riducendo gli sprechi revisionando i contratti e le convenzioni. Questo ci porterà ad un ampio risparmio, il tutto senza comunque intaccare la qualità dei servizi”.

"Dalle parole ai fatti l’amministrazione ha tagliato il parco auto e il numero di mezzi è sceso da 26 a 16 così come i cellulari di servizio che sono stati pressoché dimezzati, passando da 115 a 54 - continua Amormino -. Non ci sono stati tagli scriteriati, anzi abbiamo puntato sul massimo rispetto della trasparenza, sulla sobrietà e sulla consapevolezza che i soldi pubblici, sono quelli dei cittadini e vanno pertanto amministrati con oculatezza per perseguire il bene comune”.

"Il bilancio triennale viene chiuso a pareggio, nelle entrate ci sono derivanti dagli accertamenti Ici-Imu per le annualità che vanno dal 2010 al 2013 richiesti ad Eni per le piattaforme. Il 2014 verrà accertato nel 2017 e il 2015 nel 2018 - precisa l’assessore -. Gli anni di accertamento sono 6 per un corrispettivo pari a unmilionecinquecento euro all’anno”. Sempre nelle entrate sara' previsto anche il recupero dei ricorsi per la perdita del gettito imu per gli immobili merce. Altri dati interessanti riguardano le sanzioni 2016, che saranno svalutate al 100%, la riduzione delle spese relative al Personale, che verranno ridotte in 3 anni del 3.4%, così come la voce beni e servizi che subiranno un contenimento del 7%,Contratti di locazione ridotti di locazione ridotto del 5%,riduzioni interessi del 30% puntando sul tasso variabile". 

"Il recupero minor accantonamento fondo svalutazione crediti 2016/2018 sara di circa 86% - viene illustrato -. Cesenatico Servizi, per cui è prevista una riduzione dei corrispettivi pari al 5% all’anno per le annualità dal 2016 al 2018, ha nel frattempo chiuso il bilancio con un utile pari a 200 mila euro, mentre la farmacia comunale fa registrare su un utile netto di 30 mila. In pratica per il Comune di Cesenatico il 2015 si chiude con un avanzo di 476 mila euro che  sarà destinato in via prudenziale nel fondo svalutazione crediti.

“Abbiamo selezionato con cura su cosa risparmiare e questo bilancio dimostra la bontà del nostro operato - Amormino -. I Consigli di Amministrazione delle Società Partecipate che costavano 86 mila euro ora ne costano solo 20 mila. Da  30 mila euro il canile ne costerà solo 12 mila permettendoci un risparmio di 54 mila euro ogni tre anni. Il periodico comunale che costava 29 mila euro all’anno ora costa alle casse dell’amministrazione circa 8 mila”.

“Abbiamo razionalizzato le spese mantenendo elevata la qualità dei servizi. Ad esempio l'informagiovani da 30 mila euro e' passato ad un costo di 500 euro in quanto gestito direttamente dal Comune oppure lo sportello Centro Donna che costava più di 16 mila euro all’anno, ora ne costa solo 9 eppure le attività, le consulenze i corsi e le proposte rivolte ai cittadini di Cesenatico sono aumentate – conclude l’assessore -. Non è stato facile raggiungere questi risultati e alcuni tagli non li abbiamo fatti certamente a cuor leggero, ma amministrare significa, saper fare anche delle scelte difficili per il bene della comunità di certo questo bilancio ci consentirà nel futuro una diminuzione della pressione fiscale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesenatico, Amormino: "Il bilancio triennale del Comune si chiude in pareggio"

CesenaToday è in caricamento