Bilancio approvato a Cesena, Spinelli (NCD): "Cambiare tutto per non cambiare niente"

Non vi sono riduzioni significative di tasse, e lo sanno bene i cittadini che devono pagare in questi giorni i carichi fiscali da novanta, confermati anche per l’anno a venire, pure in questo periodo di crisi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Il Consiglio Comunale ha approvato quello che potrebbe definirsi il “bilancio del Gattopardo”, cambiare tutto per non cambiare niente. Il Sindaco ha detto di voler cambiare passo per uscire dalla crisi: riduzione delle tasse, riduzione della spesa. Era quello che chiedevamo non tanto tempo fa, in sede di discussione del bilancio 2014 approvato a luglio. Ma niente da fare. A leggere bene il documento di previsione, il cambiamento è solo a parole. Il bilancio è in assoluta continuità rispetto al precedente.

Non vi sono riduzioni significative di tasse, e lo sanno bene i cittadini che devono pagare in questi giorni i carichi fiscali da novanta, confermati anche per l’anno a venire, pure in questo periodo di crisi. Non vi è una politica di contenimento della spesa corrente. Si punta ad un tesoretto annuale (sui 4 milioni di avanzo di bilancio ogni anno, pari all’ammontare dei costi totali per le scuole locali). In questa situazione, il compito dell’opposizione non può che essere quello di indicare singole ipotesi migliorative nell’ottica del bene per la città. Va quindi valutato positivamente l’accoglimento di tre emendamenti, tra quelli proposti da Libera Cesena, nelle materie della scuola, della sicurezza e del volontariato.

Nel primo si è accolto l’investimento per la ristrutturazione e l’ampliamento della scuola di Martorano. Nel secondo si è dato l’ok a interventi di riduzione del rischio sismico negli edifici scolastici. Infine, è stata votata l’esenzione dalla maggiorazione IMU per gli immobili dati in comodato d’uso ad associazioni di volontariato onlus, iscritte nell’apposito Albo. In particolare, quest’ultimo emendamento va nell’ottica della sussidiarietà da noi da sempre auspicata. Credo sia quello che deve fare un’opposizione ferma ma costruttiva.

Stefano Spinelli
Consigliere comunale NCD - gruppo Libera Cesena

Torna su
CesenaToday è in caricamento