Il M5S di Cesena traccia il bilancio del 2017: "Continuiamo a crescere"

"L'impressione che ho avuto nel 2017 - afferma Natascia Guiduzzi - è che il sindaco si sia ritrovato davanti a un'opposizione vera"

Il 2017 è stato un anno positivo per il Movimento Cinque Stelle di Cesena. Un anno di maturazione, di maggiore strutturazione e di crescita. Terminate le incomprensioni interne e le varie fuoriuscite, il movimento ha iniziato a mettere carne al fuoco e a creare il sedimento utile per affrontare la futura campagna elettorale.  A dare qualche numero e le sue impressioni è stata la capogruppo Natascia Guiduzzi. "I nostri sforzi ci hanno consentito di affermarci come la principale opposizione politica al Partito Democratico - ha spiegato Guiduzzi - Alle elezioni del 2016 abbiamo preso un 15,6% e vediamo che tutti gli altri partiti calano mentre noi continuiamo a crescere. Lo avvertiamo anche dal fatto che la gente ci cerca. Ci cerca perché ci sono cose che non vanno o per darci idee e spunti per il futuro. E noi in questi anni abbiamo lavorato per strutturarci e divenire una valida alternativa al governo della città, mantenendo sempre l'attenzione verso i cittadini".

BILANCIO DEL 2017 - La parola è passata poi a Claudio Capponcini che ha fatto un lungo riassunto dei principali argomenti di cui ci siamo occupati quest'anno. "A gennaio l'anno era iniziato col M5S fuori dal Consiglio - le ha fatto eco Claudio Capponcini, consigliere comunale - coritirato “sull'aventino” in opposizione alla politica autoritaria del Pd che aveva visto la sua massima espressione nell'affare Dionigi. Un “aventino” concluso dopo le dimissioni dell'assessore e con la conquista dell'istituzione della Commissione di Controllo e Garanzia. Molti altri gli argomenti di cui ci siamo occupati, come l'ospedale per il quale abbiamo chiesto al Sindaco di puntualizzare con dati certi gli annunci e di far sorgere un policlino universitario, in contrapposizione alla politica puramente edile del Pd". "L'impressione che ho avuto nel 2017 - continua ancora Guiduzzi - è che il sindaco si sia ritrovato davanti a un'opposizione vera, senza nulla togliere alle altre opposizioni e che, finalmente, ci abbia riconosciuto come forza con cui doversi confrontare".

PREPARARSI ALLE ELEZIONI - Anche il capitolo elezioni è stato già affrontato. "Abbiamo già iniziato a impostare un programma - ha continuato Guiduzzi - e questa volta sarà ancora di più in sintonia coi cittadini. Vogliamo molto allargarlo a chi i problemi li vive direttamente. Ci sono due ragazzi: Sergio Basti e Letizia Maccariello (figlia di Luigi, il coordinatore del MS5) che si stanno occupando di coordinarlo. Hanno predisposto una sorta di questionario, hanno tenuto rapporti diretti con i nostri esperti nelle varie Commissioni e verranno agli incontri che organizzeremo. Sarà un programma che non si dimenticherà, per esempio, di valorizzare la Rocca e magari realizzare un'infrastruttura leggera e poco di impatto che agevoli l'accesso a uno dei luoghi più belli di Cesena, oppure di abbattere il più possibile le barriere in città. Il candidato? E' ancora presto, ma abbiamo persone disponibili e capaci. Per esempio abbiamo esperti in Commissione che potrebbero essere le persone giuste". 

APPUNTAMENTI E SCUOLA DI POLITICA - Ultimissime novità: la "Scuola Rosseau", piattaforma online in cui il Movimento 5 Stelle da sempre ha fatto rete, esce dal mondo virtuale e approda al mondo reale. Verranno organizzati 5 appuntamenti con cadenza mensile per formare la nostra classe politica, appuntamenti aperti agli attivisti ma anche ai simpatizzanti. Si parte con un incontro sul pubblic speaking, poi parleremo di Banche e truffati, di immigrazione e altri temi interessanti e attuali. 
Nel frattempo, per tutti i cittadini, sabato 13 gennaio alle 18 nella sala dell'ex Macello, Giulia Sarti onorevole del M5S, e Pino Marsciari, imprenditore e testimone di giustizia, parleranno delle infiltrazioni malavitose in Romagna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento