Malatestiana, entrata nel vivo l’attività della Consulta Cultura e del Comitato Scientifico

Ad aggiornare sull’attività di Consutla e Comitato sono il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alla Cultura Christian Castorri con una lettera ai consiglieri comunali

Contributi per le associazioni  culturali, iniziative per promuovere la lettura, strategie per attingere ai finanziamenti europei: a meno di un mese dal loro insediamento, hanno già messo molta carne al fuoco Consulta Cultura e Comitato scientifico della Biblioteca Malatestiana. Entrambi gli organismi si sono riuniti per la seconda volta nei giorni scorsi e sono già entrati nel vivo del lavoro. Ad aggiornare sull’attività di Consutla e Comitato sono il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alla Cultura Christian Castorri con una lettera ai consiglieri comunali.

Consulta Cultura - Spiegano gli amministratori: "Con la seconda riunione, svoltasi martedì, è entrata nel vivo l’attività della Consulta Cultura. All’incontro – che ha fatto seguito a quello di ‘insediamento’ del 25 marzo scorso – hanno partecipato tutti i membri, che ricordiamo essere Paolo Terenzi (nominato presidente), Francesca Caldari (nominata vicepresidente), Giovanna Botti, Daniela Castellucci, Melita Vicini e Pia Zanca, oltre all’assessore alla Cultura Castorri. Dopo un aggiornamento iniziale sulle numerose iniziative culturali che hanno preso il via in questi giorni – a cominciare dagli appuntamenti del ricco calendario dedicato al centenario della morte di Renato Serra fino all’avvio del festival nazionale del teatro scolastico – ci si è confrontati sugli eventi previsti per le prossime settimane. Come già avvenuto al momento dell’insediamento, i componenti della Consulta si sono mostrati molto motivati e coinvolti dimostrando, durante l’incontro, come ognuno di loro, in queste settimane, si sia già attivato autonomamente per scoprire i vari luoghi e i vari ambiti della cultura a Cesena al fine di approfondirne la conoscenza specifica".

"Inoltre, nel corso della riunione è stato avviato il lavoro di confronto e analisi per definire nuove modalità per l'assegnazione dei contributi alle associazioni culturali - precisano Lucchi e Castorri nella lettera -. Ai componenti della Consulta è stato chiesto di elaborare al riguardo idee e proposte, che il Presidente raccoglierà per trasmetterle all’Assessore e alla Dirigente, affinché possano valutarle nel momento in cui si procederà alla stesura del futuro bando. L’obiettivo che, fin da subito, si è data la Consulta è quello di ottimizzare le risorse destinate alla programmazione culturale, facendo sì che le stesse siano un volano per generare investimenti ben maggiori. A tal proposito la Consulta inizierà a lavorare, sulla base delle indicazioni proposte dall’Amministrazione Comunale: la Giunta, infatti, ritiene strategico individuare i temi culturali che aiutino a discriminare le varie proposte e a valorizzarle in un contesto generale, caratterizzato da un filo conduttore comune, oltre a fissare un limite massimo e minimo di contributo, determinando una percentuale massima di contributo erogabile a copertura del progetto e prevedendo una rendicontazione analitica delle spese, sulla base della quale erogare il contributo. La Consulta Cultura tornerà a riunirsi giovedì 23 aprile per procedere nell’approfondimento dei vari temi e per organizzare il primo incontro aperto alle associazioni culturali, previsto per il 14 maggio prossimo".

Comitato Scientifico Biblioteca Malatestiana - Aggiungono Lucchi e Castorri nella lettera: "il secondo incontro del Comitato Scientifico della Biblioteca Malatestiana si è tenuto mercoledì. Anche in questo caso si è registrata la forte motivazione di tutti i componenti, che ricordiamo essere il presidente Andrea Daltri, Marino Mengozzi, Maurizio Balestra e Valentina Orioli, oltre naturalmente all’assessore Castorri. La riunione è stato il primo momento in cui il Comitato ha iniziato ad approfondire idee e progetti specifici, sulla base di un importante lavoro di elaborazione svolto in queste settimane. In modo particolare, ci si è soffermati sull’analisi di progetti dedicati alle scuole ed ai giovani, con la finalità di avvicinare gli studenti tanto alla lettura quanto alla Biblioteca Malatestiana intesa come luogo della cultura, dell’arte e della storia".

"Il Comitato Scientifico ha inoltre avviato riflessioni e analisi sulla progettazione europea, con l’obiettivo di individuare un filone progettuale sufficientemente robusto sul quale elaborare una strategia da inserire all’interno degli assi di finanziamento dei Fondi Strutturali e dei Fondi di Cooperazione Territoriale - continuano -. Fin da ora è possibile dire che il Comitato vede, nei bandi europei, un elemento assolutamente importante per dare un nuovo e corposo impulso all’attività culturale della Biblioteca Malatestiana. Una visione, condivisa con la città, che veda la Malatestiana al tempo stesso fulcro e strumento di valorizzazione delle eccellenze del territorio, nonché volàno di iniziative culturali capaci di affiancarsi ad filo conduttore forte e riconoscibile. Anche in questo caso è stato facile registrare l’attivismo, la motivazione e l’entusiasmo del Comitato Scientifico, chiamato a gettare le basi di un progetto capace di proiettare la nostra Biblioteca Malatestiana oltre i confini cesenati e romagnoli".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto auto-scooter sulla via Emilia: grave una donna sbalzata contro il parabrezza

  • Cesenatico, caccia all'affare: il Comune mette all'asta quattro case

  • Ospedale Bufalini, nuovo riconoscimento internazionale per la Neurochirurgia

  • Si cerca un nuovo proprietario per l'hotel, la base d'asta è 1,8 milioni di euro

  • Boato nella notte, la banda del bancomat fa saltare lo sportello automatico

  • Alza il gomito davanti agli agenti, poi si mette alla guida ubriaco: 'stangato' 50enne

Torna su
CesenaToday è in caricamento