rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Bando comunale per l’agricoltura, minoranze compatte: "Subito risposte o Ceredi si dimetta"

"Questo grave atteggiamento di indifferenza genera il motivato sospetto che, contrariamente a quanto dichiarato, l’amministrazione non abbia in realtà alcun piano preciso su quel bando e che, dunque, non abbia risposto ai nostri legittimi interrogativi semplicemente perché non aveva nulla da dire" si legge in una nota

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

I nostri interrogativi sul bando comunale da 80.000 euro da destinare al mondo agricolo cesenate, ad oggi, non hanno avuto da parte dell’amministrazione alcuna risposta.  Malgrado gli interventi sulla stampa e le lettere formali inviate dai gruppi di minoranza all’Assessore alle politiche agricole Luca Ferrini e al Coordinatore della consulta comunale per le attività agricole Gianni Ceredi, nessuno - disattendendo le più elementari regole di confronto e di dialogo - ha avvertito, ad oggi, il dovere istituzionale di fornire i chiarimenti richiesti. 

Questo grave atteggiamento di indifferenza genera il motivato sospetto che, contrariamente a quanto dichiarato, l’amministrazione non abbia in realtà alcun piano preciso su quel bando e che, dunque, non abbia risposto ai nostri legittimi interrogativi semplicemente perché non aveva nulla da dire. 

A questo punto, le ipotesi sono due. La prima: Ferrini e Ceredi, pur di non accogliere il lavoro delle minoranze, hanno deciso di ignorarlo andando avanti per la loro strada in solitaria, oppure hanno annunciato ‘risorse già stanziate e destinate’ quando in realtà il bando comunale è ancora in alto mare. 

‘Ogni parola ha conseguenze. Ogni silenzio anche’ diceva il filosofo Jean-Paul-Charles. E allora anche stavolta questo silenzio avrà le sue conseguenze. Nonostante siano decadute tutte le regole di un sereno confronto politico ed istituzionale sul fantomatico bando da destinare alle imprese agricole cesenati, ribadiamo le nostre richieste: 1) in quale modo saranno spesi gli 80mila euro del bando comunale? 2) chi saranno i destinatari? 3) quali criteri avete adottato per arrivare a queste scelte? 4) in che tempi è prevista l’erogazione dei fondi? 

Se entro il 3 dicembre non giungeranno doverose precisazioni, come forze di minoranza all’interno della Consulta delle Attività Agricole, inviteremo l’amministrazione ad avviare una profonda riflessione sul ruolo effettivo di questi organismi comunali e, considerati ormai pregiudicati i rapporti all’interno della Consulta, ci auguriamo che il coordinatore Ceredi prenda atto della situazione e decida conseguentemente di rimettere il suo mandato.

Cambiamo, Lega, Movimento 5 Stelle e Cesena Siamo Noi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando comunale per l’agricoltura, minoranze compatte: "Subito risposte o Ceredi si dimetta"

CesenaToday è in caricamento