rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica Bagno di Romagna

Bagno di Romagna, tassa di soggiorno: entrate destinate al settore turistico

Baccini e Rossi ricordano come saranno ripartiti gli introiti dell’imposta di soggiorno: 50% ad eventi e manifestazioni, 20% per altre iniziative di promozione turistica a regia diretta dell’ente ed un altro 20% dedicato ad opere di manutenzione di beni paesaggistici, artistici ed ambientale

Avvicinandosi alla chiusura del bilancio di previsione 2015, si stanno formalizzando le scelte dell’amministrazione comunale sull’utilizzo delle risorse dell’ente ed anche sulla destinazione dei proventi dell’Imposta di Soggiorno, introdotta a novembre 2014. “Per questo primo anno di attuazione della Tassa di Soggiorno abbiamo voluto attendere l’approssimarsi dell’approvazione del bilancio di previsione al fine di avere maggiore certezza circa le cifre esatte rispetto all’utilizzo delle risorse”, affermano il Sindaco Marco Baccini ed il vicesindaco con delega al turismo Alessia Rossi.  

“Speravamo che i tempi di approvazione fossero ben più ristretti, ma abbiamo deciso di mantenere un atteggiamento prudente, alla luce della novità che la gestione della Tassa di Soggiorno rappresenta anche per gli stessi Uffici comunali, oltreché per evitare il rischio di non poter mantenere le decisioni eventualmente anticipate - continuano gli amministratori -. Nonostante le difficoltà a raggiungere la quadratura di bilancio, abbiamo confermato la volontà politica di destinare totalmente le previsioni di entrata della Tassa di Soggiorno al settore turistico".

Baccini e Rossi ricordano come saranno ripartiti gli introiti dell’imposta di soggiorno: 50% ad eventi e manifestazioni, 20% per altre iniziative di promozione turistica a regia diretta dell’ente ed un altro 20% dedicato ad opere di manutenzione di beni paesaggistici, artistici ed ambientale. "Parlando di cifre, per essere più concreti, lo stanziamento previsto è di 50mila euro per eventi e manifestazioni e di circa 20.000 euro per le restanti due categorie di intervento - affermano il sindaco e l'assessore -. Buona parte del totale sarà dedicato alle iniziative di animazione, alcune delle quali già svolte: i 50.000 Euro a disposizione verranno destinati al sostegno di alcune manifestazioni a carattere pluriennale particolarmente qualificanti e di sperimentata ricettività turistica (come la Gran fondo del Capitano, la Notte Celeste, la Festa del Capitano, la Festa delle Antiche Terme Romane, il Festinval e le due rassegne concertistiche “Natura in Concerto” e “Sacred Monster Events”)".

"A questi viene sommata l’organizzazione del mese dello sport con l’installazione di due campetti che ospiteranno tornei di beach volley e calcetto (1 a Bagno di Romagna e 1 a San Piero in Bagno) - continuano -. Sono previste inoltre agevolazioni economiche sulle concessioni di suolo pubblico per le manifestazioni che si svolgeranno all’interno dell’abitato di San Piero in Bagno nei prossimi mesi estivi, in più 12.000 euro sono stati stanziati a sostegno delle molteplici attività delle Pro Loco del territorio, ripristinando il contributo istituzionale che da alcuni anni era stato tagliato. Sono previsti anche interventi che l’amministrazione sta portando avanti per cercare di accrescere la cultura del turismo del territorio, investendo su di un percorso di sviluppo con il coinvolgimento di esperti del settore, attraverso il quale poter approfondire strategie di marketing adeguate e adattate alla realtà del nostro. 

"Per quanto riguarda gli interventi di mantenimento dei beni paesaggistici, architettonici e di decoro urbano, l’intenzione dell’Amministrazione è quella di portare avanti un progetto di riqualificazione di tutta l’area del Chiardovo, un intervento di riqualificazione dell’area pubblica di Acquapartita e l’abbellimento di alcune aree verdi del territorio comunale coinvolgendo le associazioni che si proposte di piantare fiori e gestire le aree in oggetto - continuano Baccini e Rossi -. L’importo destinato al sostegno di eventi e manifestazioni particolarmente qualificanti, l’intenzione iniziale era quella di approvare un bando che raccogliesse tutti i progetti di eventi del territorio, i quali sarebbero stati giudicati da una commissione esaminatrice che avrebbe valutato quali manifestazioni sarebbero state meritevoli di sostegno economico".

Concludono: "Le problematiche di tempistica segnalate dagli Uffici comunali non hanno permesso tuttavia di poter procedere in tal senso per questa stagione e così abbiamo raccolto le proposte delle varie associazioni per poter comunque valutare il sostegno economico alle stesse. Al fine di una presentazione dettagliata della destinazione delle risorse della Tassa di Soggiorno, abbiamo convocato un incontro per lunedì prossimo, alle ore 15.00, presso Palazzo del Capitano a Bagno di Romagna, per esporre l’utilizzo della tassa di soggiorno con operatori locali, pro loco ed associazioni. Farà a quel punto seguito la formalizzazione del calendario degli eventi organizzati sul territorio".  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagno di Romagna, tassa di soggiorno: entrate destinate al settore turistico

CesenaToday è in caricamento