Lunedì, 26 Luglio 2021
Politica

Bagno di Romagna, lettera di sindaco e assessore al ministro del Turismo: "Ecco le priorità"

Il Sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini e l’Assessore al Turismo Francesco Ricci accolgono con piacere l’istituzione di un ministero dedicato al turismo

Il Sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini e l’Assessore al Turismo Francesco Ricci accolgono con piacere l’istituzione di un ministero dedicato al turismo, importantissimo settore dell’economia nazionale tanto quanto per la realtà del Comune di Bagno di Romagna.
Cogliendo così l’occasione di dare il benvenuto al Ministro Massimo Garavaglia, Baccini e Ricci hanno inviato una lettera al neo-ministro segnalando anche tre macro aree di intervento su cui è prioritario che il Governo ponga possibilmente attenzione.

"Estensione del bonus ristrutturazione 110% all’intero settore alberghiero: la vetusta età della maggior parte dei 33.000 edifici che compongono l’ossatura ricettiva del nostro Paese non può più sostenere il pressante desiderio di vacanza, soprattutto dei turisti internazionali. Un grande piano di riqualifica permetterebbe all’Italia di riposizionare il suo prodotto, allinearlo alle aspettative della clientela, nonché innescare un importante volano economico per l’intero indotto che ne verrebbe coinvolto".

Per quanto riguarda la Logistica e servizi serve un piano di rilancio dei trasporti è l’altro snodo su cui può ripartire lo sviluppo del mercato incoming internazionale. Oltre al grande tema dei collegamenti aerei e ferroviari, per le località dell’entroterra, ritenute da molti studi di settore uno dei motori della ripresa del settore già da questo 2021, è fondamentale poter disporre di collegamenti efficienti con i principali hub di arrivo. Per questo è cruciale che il tema della E-45 trovi finalmente risoluzione, quale arteria capace di collegare l’intero territorio che unisce Ravenna e Roma".

Capitolo Termalismo molto importante a Bagno di Romagna: "Riportare al centro l’importanza delle terapie termali, quali strumento di cura e prevenzione, garantirà un duplice beneficio al Paese Italia. Oltre a ridurre la pressione dai presidi sanitari locali, supporterà la ripresa di tali località che da anni soffrono una drastica riduzione delle prestazioni sanitarie erogate dati i tagli che hanno colpito il settore, mettendo a rischio l’esistenza di importanti centri che garantiscono occupazione, servizi e coesione sociale in tanti comuni che vedono un accelerarsi delle dinamiche di spopolamento, portando alla potenziale perdita di cruciali presidi sul territorio. Riteniamo che le risposte necessitino di una grande piano, fondato però su pochi ma concreti elementi portanti” afferma l’assessore Ricci. “Trovare riscontro in queste tre proposte attraverso non solo le riforme statali, ma anche attraverso la progettazione del piano strategico Next Generation EU, garantirebbe investimenti volti a creare vero e proprio sviluppo economico a lungo termine”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagno di Romagna, lettera di sindaco e assessore al ministro del Turismo: "Ecco le priorità"

CesenaToday è in caricamento