Bagno di Romagna, l'ex assessore: "Il buco non è mai esistito"

"Oggi senza tanti proclami possiamo affermare di avercela fatta e di certo il merito è del PD e dei suoi uomini e donne che lo rivendicano senza se e senza ma. l risultato è che il fantomatico buco non c'è più, o meglio, per noi non c'era mai stato"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

E' giunta l'ora di far rimettere i sassi nelle scarpe a tutti coloro che hanno offeso e diffamato questo Comune e i suoi amministratori. Chiesi, in un precedente articolo di stampa, cercando di spiegare a chi fosse a conoscenza del funzionamento di un bilancio pubblico, di lavorare ed impegnarsi a fare politica per far passare il sanissimo e a livello ragioneristico corretto principio che, chi paga le imprese, estinguendo di fatto un debito, non poteva essere penalizzato a tal punto dalle sanzioni previste. Principio che negli anni precedenti aveva permesso di salvare, fra le altre, città come Cesenatico e Torino, applicando appunto una sanzione ridotta al 3%. Noi amministratori e tutto il PD abbiamo lavorato a questa soluzione ovvia e giusta sia con la Regione che con il Governo. Invece, si è semplicemente preferito far credere che c'era un “buco” o un debito procapite di duecento euro, neonati compresi, od addirittura insinuare che fossero stati rubati.

Oggi senza tanti proclami possiamo affermare di avercela fatta e di certo il merito è del PD e dei suoi uomini e donne che lo rivendicano senza se e senza ma. l risultato è che il fantomatico buco non c'è più, o meglio, per noi non c'era mai stato. Oggi  qualcuno dovrà procedere a rimettere i sassolini, che si era tolto dentro le scarpe, consapevoli di aver parlato troppo ed a sproposito. Chiedo ad alta voce, ad altri, “chi ripagherà dei danni causati all'immagine di questo Comune, descritto come un territorio amministrato per 40 anni dai peggiori amministratori d'Italia?”

Le responsabilità sono molteplici:  Ai politologi improvvisati credo che dobbiamo cortesemente far notare che la vita” sulla Terra” ma basterebbe lo SVENTRAMENTO in mezzo alle persone rende meglio la realtà. Scrivere dati improvvisati sia sul bilancio che sul numero del personale del Comune, non fa onore a chi di questo vorrebbe fare il suo mestiere. Suggerisco di accertare i dati con maggior cura. Ricordo a chi mi fece un pubblico necrologio, in una replica di stampa del 30 di Agosto, che sono vivo e vegeto e sono nato e risiedo in via Garibaldi. Agli ex amministratori di lungo corso, pur da qualche tempo a riposo, vorrei far notare loro che quando si parla di “vecchia classe dirigente” devono sentirsi chiamati in causa, mi pare quantomeno ironico e paradossale che non se ne siano resi conto.

Ai cittadini che hanno creduto che persone specchiate avessero potuto rubare. Cosa e quando? Ma ora che avete pagato 1.570.000,00 in più di tasse, avete cominciato a pagare i trasporti scolastici, avete subito un aumento delle rette per gli asili, avete subito il buio per un buco che non c'è più, volete stare ancora zitti o pensare che tutto va bene così?  Tra tasse e tariffe aumentati, tra risparmi fantasiosi sull'illuminazione pubblica, tra maggiori entrate, tra azzeramento del saldo del patto di stabilità assorbito dalla Regione Emilia-Romagna tra riduzione della sanzione sul fantomatico “BUCO”, ci sono a disposizione oltre due milioni di euro. Siamo passati dal Comune con la tassazione più bassa al Comune con la tassazione al massimo. Questa responsabilità la volete ancora attribuire alla precedente amministrazione? E' ora di dire basta a questo inutile e dannoso paravento. Ricordo, anche, ai cittadini che l'amministrazione passata ha lasciato approvati e finanziati il progetto della PALESTRA, della CASA dell'ACQUA, del TELERISCALDAMENTO, che porterà l'abbassamento delle bollette,le due strade per le frazioni di VESSA e FONTECHIUSI, la strada di CA' di RAVAGLIA  e POGGIO alla LASTRA ed altro ancora.

Ai nuovi amministratori consiglio di governare e di smettere di attribuire colpe ad altri che non esistono più. Ridate luce a questo Comune che, consapevolmente o inconsapevolmente, avete descritto come un Comune buio e opaco. Questa è una vostra responsabilità politica che sicuramente non ha giovato all'immagine di questa comunità. Abbiamo bisogno di COSTRUTTORI ma purtroppo in questa fase hanno vinto i distruttori. Per quanto mi riguarda, a chi mi ha definito “un ricercato” senza neppure avere il coraggio di firmarsi, agli altri che hanno scritto e divulgato sul web frasi ed epiteti offensivi sul mio conto, a chi in luoghi pubblici ha infangato il mio onore e la mia onestà, do appuntamento nelle sedi giudiziarie opportune.

l'EX ASSESSORE AL BILANCIO BATTISTINI PIERLUIGI

Torna su
CesenaToday è in caricamento