Bagno di Romagna, il Comune entra nell'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente

Il Comune di Bagno di Romagna si colloca tra i Comuni più virtuosi d’Italia per l’ingresso nel servizio di Anagrafe Nazionale della Popolazione.

Il Comune di Bagno di Romagna si colloca tra i Comuni più virtuosi d’Italia insieme a Milano e Torino, Parma, Cesena, Montiano, Forli, Ravenna, Piacenza, Lucca, Bergamo, Terni, Perugia per l’ingresso nel servizio di Anagrafe Nazionale della Popolazione.

 “L’ingresso nel nuovo Servizio di Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente è avvenuto ieri – dichiara il Sindaco Marco Baccini – che enfatizza come si tratti di un obiettivo importante per il Comune di Bagno di Romagna e per i suoi cittadini, in tema di innovazione e accessibilità ai dati anagrafici”.

“Si è trattata si una vera e propria sfida che abbiamo affrontato insieme ai dipendenti dell’Ufficio Servizi Demografici ed in particolar modo alla dott.ssa Francesca Parazza, che con impegno e competenza hanno permesso di raggiungere un obiettivo che punta al concreto miglioramento dei servizi a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni, facilitando l’accesso agli atti e ai dati, accelerando i tempi di risposta e riducendone nel contempo i costi”.

Dopo un grande lavoro di squadra, finalizzato alla verifica dei dati anagrafici e all’organizzazione degli archivi in vista del subentro definitivo, lunedì 17 luglio Bagno di Romagna ha concretizzato il passaggio ad ANPR, l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, anche grazie al supporto del CED dell’Unione Valle Savio, che ha curato gli aspetti tecnici del subentro.

“Un importante risultato – continua il Sindaco – verso il percorso di innovazione digitale delle modalità con cui l’Ente governa, costruisce ed eroga servizi ai cittadini e alle imprese, che si aggiunge all'introduzione delle carte d'identità elettroniche ed al servizio di  on-line dello Sportello Telematico del Cittadino che già consente a privati e imprese di accedere, integrare e modificare i dati relativi alle proprie posizioni immobiliari e contributive”.

ANPR è un grande progetto su scala nazionale, una banca dati unica nella quale confluiscono tutti i dati anagrafici dei residenti in Italia e dei residenti all’estero, con l’obiettivo di creare una rete di comunicazione unica, che porterà tutti i Comuni ad usare le stesse logiche di utilizzo dei dati, di archiviazione delle informazioni e di certificazione.

“In pratica – precisa Marco Baccini – è possibile effettuare variazioni di residenza, iscrizioni, emettere carte di identità o certificazioni attingendo ad un’unica banca dati su base nazionale, ovvero ad un patrimonio di informazioni condivise in rete con i diversi enti, senza necessità di coinvolgere o recarsi presso gli altri Comuni interessati”.

“Un obiettivo importante e molto sfidante per il nostro Comune che ci riempie di soddisfazione e orgoglio nel percorso di ammodernamento delle procedure amministrative e di innovazione tecnologica, nel quale siamo con questo progetto tra i primi 200 comuni in Italia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento