Bagno di Romagna, bilancio di previsione. I sindacati: "Priorità condivise con la giunta"

Amministrazione e organizzazioni sindacali hanno convenuto sulla necessità "di mantenere l'impegno per il contrasto del rischio di povertà e di esclusione sociale"

Le priorità del Bilancio di previsione 2018 del Comune di Bagno di Romagna sono state definite e condivise nel corso dell'incontro che si è tenuto il primo dicembre in Municipio tra il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini, e i segretari di Cgil, Cisl e Uil, Silla Bucci, Filippo Pieri, Marcello Borghetti e le relative delegazioni dei pensionati. "Siamo ancora in un contesto economico e sociale che, pur facendo registrare un miglioramento rispetto alla situazione degli scorsi anni, risente ancora degli effetti della crisi, con livelli occupazionali ancora al di sotto dei periodi precedenti, in particolare quelli femminile e giovanile", affermano i sindacati.

Amministrazione e organizzazioni sindacali hanno convenuto sulla necessità "di mantenere l'impegno per il contrasto del rischio di povertà e di esclusione sociale, rafforzando l’azione sul fronte del welfare e dei servizi educativi, tratto identitario del nostro sistema territoriale e leva per contenere le diseguaglianze, con una base di sostegno alle famiglie. Con il Bilancio di previsione, che rappresenta un momento di assestamento positivo dopo le problematiche situazioni finanziarie di inizio mandato dovute alla riduzione delle risorse derivanti dai trasferimenti statali e dal forte disavanzo e debito dell’Ente, a fronte delle quali è stata realizzata una azione di risanamento, per l’anno 2018 sarà possibile predisporre una serie di importanti investimenti su immobili pubblici già esistenti e alcuni da realizzare".

"Di particolare importanza la scelta dell’amministrazione di ridurre l’addizionale Irpef comunale con l’introduzione della progressività e l’esenzione totale fino al reddito annuale di 10mila euro, come più volte richiesto dalle organizzazioni sindacali che ritengo questo atto un primo passo nella giusta direzione da proseguire nei prossimi anni - proseguono -. Le parti confermano la priorità alla lotta all’evasione fiscale, condividendo l’impegno di dare continuità e incisività e incrementare le azioni messe in campo a contrasto di dette pratiche anche in forma associata". I sindacati giudicano "positivamente la riduzione dei costi per i cittadini della servizio di mensa scolastica e la sperimentazione sul territorio della raccolta differenziata attraverso un progetto graduale e partecipato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento