rotate-mobile
Politica Bagno di Romagna

Baccini e Ricci: "Mancano gli eventi a Bagno di Romagna? Abbiamo ospitato due tappe del Giro d'Italia"

Dopo le critiche del consigliere comunale Alice Buonguerrieri intervengono il Sindaco Marco Baccini e l’Assessore al Turismo Francesco Ricci.

A seguito delle critiche mosse all’Amministrazione comunale di Bagno di Romagna da parte di Alice Buonguerrieri, consigliere comunale per il gruppo “Per un Bene in Comune”, intervengono il Sindaco Marco Baccini e l’Assessore al Turismo Francesco Ricci. Impiego della Tassa di Soggiorno e mancanza di programmazione di eventi sono i due temi oggetto di critica, sui quali i due Amministratori fanno chiarezza.

"Spiace notare – commentano Baccini e Ricci – una certa ed evidente mancanza di conoscenza da parte di chi si è candidato a Sindaco del Comune e che da qualche epoca partecipa al Consiglio Comunale delle regole dei bilanci comunali e, cosa ancor più grave, delle competenze in tema di gestione degli eventi. La Tassa di Soggiorno, così come ogni altra voce del bilancio comunale – spiegano i due Amministratori – possono essere analizzate nei dati finali solo con l’approvazione del bilancio consuntivo, che avviene di regola nel mese di aprile. E’ prematuro chiederne l’analisi oggi. La denuncia di una riduzione del 38% potenziale del gettito, a fronte di un calo delle presenze del 25%, poi, è da correlare ad una semplice circostanza che caratterizza la tassa di soggiorno del nostro Comune, ovvero la totale esenzione per i minori di 18 anni, ciò che è previsto dal  relativo regolamento comunale".

"Inoltre – fanno notare Baccini e Ricci – ci preme evidenziare inoltre che l’impiego della tassa di soggiorno è frutto di una progettualità che è stata condivisa nel 2019 con le Associazioni di Categoria e con tutto il comparto ricettivo del territorio, insieme ai quali ne sono stati definiti gli indirizzi per l’applicazione".

"Per quanto riguarda l’assenza di programmazione di eventi, invece, corre l’obbligo di spiegare alla Buonguerrieri che la creazione e la programmazione degli eventi non compete di regola direttamente al Comune, ma è espressione del lavoro e della progettualità degli esercenti e delle associazioni locali, con le quali il Comune svolge un ruolo di indirizzo e coordinamento.  Pertanto, spiace che le critiche elevate alle iniziative messe in campo di fatto vadano a screditare proprio il lavoro del comparto ricettivo ed associativo, che è il vero motore della gestione degli eventi e di cui questa Amministrazione riconosce invece il valore. In ogni caso, ricordiamo che dal 2015 è prassi consolidata di questa Amministrazione la pubblicazione annuale del Bando Eventi, quale procedura per erogare in modo trasparente contributi ed utile ad organizzare un calendario annuale delle iniziative. Quest’anno è stato pubblicato ad inizio febbraio ed il termine per presentare le domande scade il 4 marzo".

"Oltre alle iniziative che emergeranno dal Bando Eventi, ci vediamo costretti a ricordare a chi evidentemente non partecipa a questo territorio che questa Amministrazione si è impegnata direttamente a organizzare eventi di caratura nazionale ed internazionale, prima sconosciuti al nostro Comune. Per citarne alcuni, le due Tappe del Giro d’Italia, l’anteprima del Festival Internazionale del Cibo di Strada (che ritorna questo maggio dopo gli stop forzati dalla pandemia), il Festival della lettura “FuoriContesto”, il Dante Trail. Novità di questo 2022 sarà un appuntamento di valore nazionale del festival “La Milanesiana”, che si terrà a luglio".

"Sul tema delle iniziative - dettagliano - ci pare peraltro assurdo poi dover far notare che gli ultimi 2 anni il mondo è stato sconvolto dalla pandemia Covid, con tutte le ripercussioni sul settore degli eventi, che sono stati di fatto azzerati. Nonostante ciò, l’attività dell’Amministrazione non si è fermata, ma ha deciso di investire in promozione: Rai, Mediaset e Sky,Donna moderna, Vanity Fair e Radio Rai, sono i canali in cui il nostro Comune ha trovato rilievo. L’importante investimento nella realizzazione e gestione del Cinema all’Aperto a Bagno di Romagna, che ha ottenuto un’ottima affluenza, l’investimento nella riqualificazione della rete senti eristica, l’aggiornamento delle Brochure informative, il rifacimento dei Giardini pubblici di Bagno, il progetto del Ponte della Roccaccia, quello di una nuova piscina nell’area dell’Idropinica, il progetto di riqualificazione dell’Area del Vivaio e del Centro Sportivo, così come il progetto di riqualificazione del Lago di Acquapartita, sono tutte iniziative finalizzate a migliorare l’attrattività del nostro Comune.  Parlare di assenza di programmazione, a fronte del contesto sopra presentato rappresenta sicuramente una scarsa attenzione fino ad oggi al tema del turismo da parte del gruppo consiliare scrivente, nonché una limitata riconoscenza agli operatori ed associazioni locali che tale programma hanno condiviso e sostenuto nella fase di concertazione che lo ha generato. Invece di attacchi, critiche generiche e prive di fondamento, ancorati a logiche vetuste, in un momento storico in cui anche i livelli più alti di governo dimostrano collaborazione, siamo in perenne attesa di proposte, se ce ne sono".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baccini e Ricci: "Mancano gli eventi a Bagno di Romagna? Abbiamo ospitato due tappe del Giro d'Italia"

CesenaToday è in caricamento