menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Baccini: "Cantieri 'cronici' sulla E45, impegno del ministero ad una gestione rapida"

"Su queste partite che si aggiungono alle questioni avanzate anche dagli altri Sindaci dell’Unione Valle Savio, abbiamo ottenuto l’impegno del Ministero dei Trasporti ad una quadratura celere dei cantieri"

"Passata la fase più acuta dell’emergenza connessa al Coronavirus, abbiamo ripreso la programmazione delle attività e la gestione delle pratiche maggiormente impellenti per il nostro Comune, tra i quali la questione dei cantieri della E45 riveste un’importanza fondamentale". Lo scrive su Facebook il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini.

"Al riguardo, vi informo che ieri – con la pronta collaborazione del Ministro Paola De Micheli – insieme ai Sindaci dell’Unione Valle del Savio abbiamo ripreso il confronto periodico con lo staff del Ministero dei Trasporti per sollecitare la soluzione delle criticità che impattano sul nostro territorio e che non hanno ricevuto definizione, nonostante gli sforzi e l’impegno a superare quelli che sono diventati veri e propri ostacoli al tessuto socio-economico della nostra Comunità. Per quanto ci interessa maggiormente, abbiamo quindi ribadito l’urgenza “drammatica” di un intervento certo, celere e risolutivo sui quei cantieri che tutti purtroppo conosciamo e di cui siamo ormai logorati: svincolo di San Piero in Bagno, cantiere della galleria Roccaccia ed annessa apertura dello svincolo di Bagno di Romagna, Ex 3bis Tiberina ed installazione dei Pannelli fonoassorbenti nei centri abitati". 

"Su queste partite - scrive il sindaco - che si aggiungono alle questioni avanzate anche dagli altri Sindaci dell’Unione Valle Savio, abbiamo ottenuto l’impegno del Ministero dei Trasporti ad una quadratura celere dei cantieri per la gestione risolutiva degli stessi, di cui vi teniamo tempestivamente aggiornati nella consapevolezza di quanto questi temi siano fondamentali per tutti noi".

"Sul tema delle questioni connesse ai trasporti ed alla viabilità, ci siamo anche interessati con i gestori dei distributori di carburante locali e con le rispettive compagnie di affiliazione sull’applicazione dei prezzi dei carburanti, dopo che molti di voi ci hanno chiesto un interessamento in merito. Da quanto emerso, ci viene riferito che i prezzi dei carburanti praticati dai gestori locali sono i prezzi praticati per la modalità di rifornimento “Servito”, che è l’unica modalità di rifornimento logisticamente possibile nei distributori locali e che è più cara della modalità “Iperself”. In pratica, quella del “Servito” è l’unica modalità di servizio possibile per l’assenza di spazi sufficienti a creare altre corsie di rifornimento autonome dedicate alla modalità “Iperself”, che deve essere necessariamente gestita in maniera separata e distinta dalla prima. Nonostante ciò e pur nella consapevolezza di entrare in politiche commerciali private, ci siamo comunque attivati con le compagnie di affiliazione per chiedere una revisione della politica dei prezzi di distribuzione specifica per il nostro caso, in modo da riconoscere la possibilità ai gestori locali di acquistare e rivendere carburante a prezzi inferiori anche per la modalità “Servito”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una bontà tradizionale: la ricetta delle Pesche dolci all'alchermes

Arredare

Divano nuovo? Ecco i consigli per non sbagliare l'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento