Ausl Unica, lunedì sarà scelto il direttore: "La nomina spetta solo alla Regione"

Il vicepresidente della Provincia, Guglielmo Russo ha affermato: "Per quanto riguarda il direttore dell'Ausl unica, si sta discutendo in queste ore con la Regione, a cui spetta per legge la nomina sentito il territorio"

Durante il consiglio provinciale dei giovedì è stato affrontato il tema della nomina del direttore dell'Ausl Unica.  Il vicepresidente della Provincia, Guglielmo Russo ha affermato: “Per quanto riguarda il direttore dell’Ausl unica, si sta discutendo in queste ore con la Regione, a cui spetta per legge la nomina sentito il territorio, la quale ha posto due criteri generali: oltre ad un’alta competenza, il direttore deve essere una persona appartenente al sistema sanitario regionale perché lo deve conoscere bene. Il secondo criterio è che deve essere un dirigente con competenze gestionale di rete, quindi un direttore di azienda sanitaria e non ospedaliera. La scelta sarà fatta lunedì 23 dicembre dalla Regione. Sottolineo che la legge 29 definisce una prassi precisa: sentiti i territori, la Regione nomina".

Ha replicato il consigliere Gagliardi: “Credo che ci sarà anche un criterio politico. Non voglio pensare male, ma azzardo un toto-nomina: la sede legale sarà a Cesena, il direttore generale sarà di Ravenna, il direttore amministrativo di Forlì e il direttore sanitario di Rimini. Vedremo se avremo torto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SINDACATI - Sull'argomento Ausl unica sono intervenuti anche Cgil, Cisl e Uil, evidenziando che "saranno impegnate affinché i principi condivisi in Romagna nel protocollo sottoscritto il 18 novembre, che siamo certi i Sindaci intendano onorare, siano la strada maestra da seguire senza che vi sia un territorio propenso a crescere a discapito di altri e con accordi che tutelino il lavoro e i dipendenti. Più che “cambiare la vita” a qualcuno sarà opportuno cambiare il modo con cui si amministrano, organizzano e gestiscono i servizi rispettando chi lavora e chi con il proprio stipendio fa fatica ad arrivare alla fine del mese". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento