rotate-mobile
Politica

Articolo Uno per i diritti umani in Iran: "Basta violenze, è necessario sospendere subito le esecuzioni"

"Secondo le principali organizzazioni che si occupano di diritti umani, a partire dal 16 settembre 2022, giorno d’inizio delle proteste in Iran, più di 18.000 persone sono state arrestate"

"Secondo le principali organizzazioni che si occupano di diritti umani, a partire dal 16 settembre 2022, giorno d’inizio delle proteste in Iran, più di 18.000 persone sono state arrestate, e tra chi protesta si contano centinaia di morti. Il regime iraniano continua a sparare sui manifestanti, a torturare gli incarcerati con un particolare accanimento, in termini di brutalità, nei confronti delle donne, le vere protagoniste di questa ondata di proteste: torturate, violentate e in alcuni casi uccise". Lo afferma il Segretario, Alex Giovannini di Articolo Uno - A Sinistra Cesena.

"La violenza raggiunge il culmine con le condanne a morte e le esecuzioni, che lo stato iraniano persegue con ferocia, ricorrendo a processi sommari, senza alcuna garanzia per gli imputati. Le forze di sicurezza iraniane hanno ucciso più di 60 bambini nel corso della repressione, e molti altri sono rimasti feriti.La popolazione iraniana, soprattutto le giovani donne e i giovani uomini, sta lanciando un grido di aiuto e soprattutto di speranza, una speranza di democrazia e libertà che si sta estendendo oltre i confini dell’Iran. Non possiamo ignorare questo grido".

"Articolo Uno Cesena condanna la violenza del regime iraniano sulla propria popolazione e chiede che la comunità internazionale si schieri nettamente contro la repressione delle proteste. L’assemblea nazionale di Articolo Uno chiede al governo di intervenire per la sospensione delle esecuzioni e la liberazione di coloro che sono imprigionati e di riconsiderare i rapporti commerciali e diplomatici con i regime iraniano, adottando anche, laddove possibile, sanzioni personali nei confronti dei vertici dello stato. Infine, siccome l’Iran utilizza munizionamenti prodotti in Italia e forniti da aziende iraniane, chiediamo con forza al governo di intervenire per bloccare immediatamente ogni forma di fornitura militare italiana all’Iran".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Articolo Uno per i diritti umani in Iran: "Basta violenze, è necessario sospendere subito le esecuzioni"

CesenaToday è in caricamento