Articolo Uno: "Con noi la giunta mette in atto politiche di sinistra già presenti nel programma"

"Apprendiamo dai giornali che l'ex consigliere Vittoria Valletta sia “imbestialito” con noi per la proposta delle forze di Sinistra (e non solo di MDP) di abbassare le rette degli asili"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Apprendiamo dai giornali che l'ex consigliere Vittoria Valletta sia “imbestialito” con noi per la proposta delle forze di Sinistra (e non solo di MDP) di abbassare le rette degli asili per le fasce ISEE più deboli della nostra città. 
La proposta della Sinistra unita, sarebbe, a suo dire, espressione della mancanza di “trasparenza” consistente nel non “riconoscere” che a suo tempo il gruppo Cesena Siamo Noi denunciò uno squilibrio dei tagli delle rette proposti nel bilancio di previsione di due anni fa.

In tema ci pare il caso di rimarcare tre elementi che speriamo consentano a Valletta di essere meno “imbestialito” verso una proposta che concretamente migliora le condizioni di 750 famiglie a Cesena e speriamo possa permettergli di riservare le sue forze per battaglie più importanti.  Per primo vorremmo far presente che la nostra proposta ha un indubbio elemento di novità tecnica che Valletta trascura. Innanzi tutto non rimette in discussione l'alleggerimento del 2016, ma si "innesta" su questo aggiungendo due fasce di reddito (una per i nidi) a quelle fino ad ora previste per le esenzioni rendendo più progressivo, e quindi più socialmente giusto, il sistema delle detrazioni. Il sistema fino ad oggi presente considerava uguale la posizione di chiunque dichiarasse un reddito ISEE superiore 40.000 euro (non poche persone), se la nostra proposta verrà accolta il sistema delle esenzioni sarà perciò ispirato al principio secondo cui "chi più ha, più dà" .

Poi, in tema di primogenitura della proposta, segnaliamo al consigliere Valletta come già nel programma elettorale della coalizione di Centro-Sinistra del 2014 era scritto “l’unica strada percorribile per garantire servizi a tutti – bambini, famiglie, anziani, disabili - è quella dell’equità”. Si sottolineava, in quel documento, come “le tariffe dei servizi – ma anche tutte le tasse comunali – devono essere sempre collegate alla situazione finanziaria e patrimoniale famigliare (Isee)” e che tale obbiettivo si potesse raggiungere “ad esempio, introducendo misure temporanee di riduzione ed esenzione per chi è stato più duramente colpito dalla crisi economica e garantendo un congruo scambio fra le risorse versate dalle famiglie nelle casse comunali ed i servizi richiesti”.

Se poi Valletta vuole riconoscere che la nascita di MDP, ed il percorso unitario con le altre forze della sinistra, abbia costretto la Giunta a ricordarsi e mettere in atto le politiche di sinistra che erano già presenti nel programma della coalizione, non possiamo che essere d’accordo con l’esponente di “Cesena Siamo Noi”.

Il Gruppo consigliare di Articolo Uno

Torna su
CesenaToday è in caricamento