Arrivano 4 milioni per la Provincia di Forlì-Cesena, Morrone contro il Pd: "Riforma fallimentare"

A dare l'annuncio è il segretario della Lega Romagna, il deputato Jacopo Morrone

Quattro milioni di euro in arrivo per la Provincia di Forlì-Cesena. A dare l'annuncio è il segretario della Lega Romagna, il deputato Jacopo Morrone. "Il Governo ha mantenuto la promessa di inviare risorse alle Province - esordisce l'esponente del Carroccio -. Grazie a queste risorse sarà possibile avviare lavori indispensabili di manutenzione di scuole e strade. Importante farlo bene e in tempi rapidi. A questo fine i consiglieri di opposizione che ci rappresentano, pur non avendo accettato deleghe, controlleranno con attenzione l’attività del presidente e degli amministratori di centro sinistra ai vertici provinciali".

"Dobbiamo comunque evidenziare ancora una volta il disastro d provocato dalla legge Delrio, dal nome del ministro Pd che ha varato la fallita riforma di riordino territoriale - attacca Morrone -. La Provincia è sempre stata un punto di riferimento per il territorio e in particolare per le zone periferiche e l’elezione diretta degli amministratori era una garanzia di trasparenza. La trasformazione in ente di secondo livello, con un consiglio formato da sindaci e consiglieri che ovviamente pensano al bene dei propri comuni, il taglio drastico di risorse per attività essenziali e lo svuotamento di personale, trasferito in altre amministrazioni, ha reso la Provincia un guscio praticamente vuoto. Ora, grazie all’attuale Governo si sta assistendo all’attesa inversione di tendenza. Ma è doveroso far emergere che praticamente tutte le riforme intraprese dai governi a guida del Pd, dalla Delrio, alla ‘Fornero’ alla ‘Orlando’, rappresentano fallimenti che tocca alla Lega e agli alleati rimediare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento