menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Area pedonale a Savignano, il M5S insoddisfatto della risposta dell'assessore Bertozzi

Il Movimento 5 stelle non è per niente soddisfatto delle raffazzonate risposte dell'assessore alla sicurezza, Natascia Bertozzi, all'interrogazione presentata dai pentastellati nel consiglio comunale dello scorso 8 giugno

“Il Movimento 5 stelle non è per niente soddisfatto delle raffazzonate risposte dell’assessore alla sicurezza, Natascia Bertozzi, all’interrogazione presentata dai pentastellati nel consiglio comunale dello scorso 8 giugno, i quali chiedevano chiarimenti sull’area pedonale di Piazza Giovanni XXIII”.

E’ quanto si legge in una nota del Movimento 5 Stelle di Savignano sul Rubicone. A parlare è il consigliere Christian Campedelli: “La risposta dell’assessore è a dir poco imbarazzante, ci ha riferito infatti che l’area è configurata come zona a traffico limitato citando un numero di veicoli autorizzati alla circolazione e sosta nella piazza, la maggior parte dei quali veicoli appartenenti a forza dell'ordine, ambulanze, insomma, veicoli molto bene identificabili”. 

“L’assessore pensa davvero che i cittadini ci avrebbero chiesto di interrogarla se nella zona circolassero auto così ben riconoscibili? Sono le molte auto private che passano e sostano ad essere il problema. La risposta perciò è totalmente inconsistente e volta a creare un alibi alle mancanze dell'amministrazione nel non ripristinare la legalità. Nella risposta poi, continua l’altro consigliere Mauro Frisoni, non viene minimamente preso in considerazione il problema della pericolosità dell’area che essendo attigua ad un parco pubblico, è frequentata da numerosi bambini. Tutto ciò la dice lunga, continua Frisoni, sulle capacità operative dei nostri amministratori. Come potranno infatti risolvere problemi più importanti legati alla sicurezza dei cittadini, quando l’assessore non riesce nemmeno a mettere ordine sulla viabilità di Piazza Giovanni XXIII?” continua la nota del M5S.
 
“L’assessore, dimostra infine di non essere nemmeno lei convinta e si contraddice quando ammette che è possibile effettuare controlli a campione e sanzionare gli eventuali trasgressori. I consiglieri pentastellati hanno un’altra idea della legalità e del rispetto delle regole e propongono di sostituire quel “è possibile” con il termine “si deve””.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento