Approvata la nuova legge regionale urbanistica: "Stop al consumo di suolo"

"Si basa - spiega il consigliere regionale Pd, Lia Montalti - su tre principi cardine"

L'assemblea legislativa dell'Emilia Romagna ha approvato la nuova legge urbanistica regionale. "Si basa - spiega il consigliere regionale Pd, Lia Montalti - su tre principi cardine: stop al consumo di suolo, rigenerazione urbana, qualità nella pianificazione e progettazione. Tutti principi riassumibili in un solo concetto, quello di sostenibilità". "In questi mesi è stato portato avanti un lungo percorso di lavoro e di confronto. Alcuni numeri - richiama l'esponente dem - lo dimostrano: 16 commissioni svolte, 8 iniziative pubbliche organizzate con comuni e associazioni del cesenate, 79 articoli della legge e i 200 emendamenti discussi e votati”.

“La legge parla chiaro, andiamo verso il consumo di suolo a saldo zero e intendiamo arrivare all’appuntamento fissato al 2050 dalle direttive europee tagliando le previsioni già in essere e cambiando completamente l’approccio alle politiche urbanistiche - continua Montalti -.  La legge punta e incentiva la rigenerazione urbana, la riqualificazione energetica e sismica degli edifici, la semplificazione delle procedure e degli strumenti di pianificazione, definendo tempi certi entro cui gli enti locali si dovranno dotare dei nuovi piani in linea con gli obiettivi della Regione".

"Gli strumenti messi in campo hanno l’obiettivo di coniugare la competitività economica e l’attrattività del territorio con la sostenibilità ambientale - conclude il consigliere regionale, capogruppo Pd in Commissione Territorio e Ambiente, che conclude -. Questa legge è frutto di un lungo percorso di confronto e ha trovato il sostegno di molti, compresi i sindacati, le imprese, gli amministratori locali. Siamo certi che già nei prossimi anni potremo valutare positivamente, insieme, i risultati che la nuova disciplina ci consentirà di realizzare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento